Menu
Spidi-logo

Concept Jacket SPIDI Mission Beta

Concept Jacket SPIDI Mission Beta
SPIDI lancia la prima giacca da moto che protegge i motociclisti dall’inquinamento urbano.
La concept jacket Mission Beta introduce una tecnologia indossabile in grado di monitorare l’inquinamento atmosferico e avvisare i motociclisti sulla necessità di utilizzare la maschera respiratoria integrata.
SPIDI sta aprendo la strada ad una nuova era nella progettazione di equipaggiamento per motociclisti, focalizzando l’attenzione sulle sfide del mondo reale affrontate dai motociclisti nel 21 ° secolo.
All’inizio di questo mese, SPIDI ha presentato la prima giacca tecnica progettata per aiutare i motociclisti a respirare e difendersi dagli alti livelli di inquinamento atmosferico, un problema sempre più concreto soprattutto in ambito urbano. La concept-jacket Mission Beta è solo uno dei prodotti  rivoluzionari sviluppati all’interno di Mission Control, il progetto di ricerca che collega i motociclisti al loro ambiente, migliorando la loro sicurezza, il loro comfort e la loro esperienza sensoriale.

SPIDI_MISSIONCONTROL_WEB

Ripensare l’approccio
SPIDI sta attuando un nuovo modo di progettare l’equipaggiamento da moto, mettendo il motociclista al centro dell’ambiente che lo circonda, ridefinendo i confini tra il corpo e lo spazio, esplorando elementi fino ad ora trascurati come il campo visivo, l’umidità interna, la sensibilità del pilota al cambiamento di luce o il grado di inquinamento dell’aria che respira. Adottando un approccio scientifico nell’analisi del commuting motociclistico, ha calcolato che i pendolari urbani su moto sono esposti all’inquinamento urbano fino a 100 volte in più rispetto agli automobilisti e fino a 10 volte in più rispetto a ciclisti e pedoni. Un rischio così significativo doveva essere affrontato e risolto.

La prima giacca attiva per motociclisti
Mission Beta è la prima giacca attiva nel mondo delle moto. SPIDI ha sviluppato un sensore che rileva il livello di inquinamento dell’aria a una velocità senza precedenti, fornendo dati in tempo reale che vengono visualizzati su un display posizionato sulla parte inferiore della manica.La posizione del sensore è estremamente importante, anche alla luce della sua elevata sensibilità. Una sfida era riuscire a posizionarlo sul collo, integrandolo quindi nel bottone più vicino alle vie respiratorie. SPIDI ha quindi progettato un innovativo sistema di maschera integrata  antinquinamento specifico per moto, adatto all’uso con qualsiasi tipo di casco.

3 livelli di feedback, 3 livelli di protezione.
Il sensore ha 3 livelli di feedback: LOW, MID e HIGH. A livello LOW, non è necessario indossare alcuna maschera. A livello MID, attraverso la visualizzazione del monitor e le vibrazioni, la giacca avvisa i motociclisti che dovrebbero indossare la maschera. A livello HIGH, la giacca consiglia di indossare la maschera e selezionare la “modalità di allerta”. Passando manualmente a questa modalità, viene deviato il flusso d’aria di inalazione attraverso filtri di protezione più potenti mentre si apre automaticamente la valvola di espirazione per garantire un’ottimale esperienza respiratoria.

Come funziona
Il “pannello di controllo” è integrato nel display OLED, posizionato in un punto sicuro della manica e costruito in modo da evitare danni al pilota in caso di caduta. Oltre ai dati sull’inquinamento atmosferico, il sistema fornisce altre informazioni di base come data / ora, temperatura e grado di umidità all’interno della giacca, suggerendo ad esempio sul display OLED la rimozione o l’aggiunta dello strato termico quando la temperatura è troppo alta o troppo bassa, o l’estrazione dei pannelli reflex in condizioni di scarsa visibilità.

Tecnologia di integrazione invisibile
Il sistema si accende e si spegne automaticamente quando rileva uno stato di immobilità: è completamente indipendente e non richiede l’associazione con un’app. La missione di SPIDI è fornire ai motociclisti dispositivi di sicurezza affidabili che funzionino in modo semplice ed intuitivo. Questo è il motivo per cui non possono dipendere dalla loro compatibilità con software di terze parti.

Ricerca e innovazione
Da oltre trent’anni SPIDI collabora con la società giapponese TORAY®, leader mondiale nella ricerca e sviluppo di materiali performanti impermeabili e traspiranti. Accanto a questa grande innovazione tecnologica, SPIDI continua a rilasciare i prodotti più avanzati del settore e la ricerca di sistemi, tessuti ed innovazioni tessili che sono sempre stati una fonte costante d’ispirazione. La giacca Mission Beta è la più recente concept jacket di SPIDI. Include innovazioni rivoluzionarie, tra cui la protezione esterna passiva con il nuovo materiale impermeabile H2OUT® progettato per resistere agli agenti corrosivi presenti negli ambienti urbani ed una nastratura delle cuciture interne ed esterne che non solo sono piu’ resistenti delle nastrature standard, ma hanno anche una maggiore elasticità per garantire il massimo comfort.

SPIDI-MISSION-BETA-MASK_WEB
Lo stile SPIDI
Dal 1977 SPIDI offre prodotti di alta qualità per la motorsport community, guidata da un profondo senso di responsabilità nell’elaborazione di soluzioni progettuali per proteggere i motociclisti su strada e da una costante ricerca di innovazione per brevettare e integrare nuove tecnologie sempre più efficienti.Lo stile ha anche un ruolo importante nel successo mondiale di SPIDI. Progettare capi di qualità premium con livelli estremi di tecnologia e un look sobrio e orientato alla moda è la sfida che la società ha assunto con impegno costante e che modellerà il futuro della motorsport community.

About Author

Gianluca Villa

Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato quasi 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment