Menu
Herlings9340

MXGP2018: HERLINGS PROFETA IN PATRIA

Una domenica infuocata sullo sterrato olandese:
Jeffrey Herlings e Tony Cairoli  monopolizzano il GP d’Europa

di Valerio Origo
Sul tracciato di Valkenswaard (Olanda), è andato in scena lo spettacolo del secondo appuntamento del Mondiale 2018 di MXGP. Come da pronostico testa a testa  tra i due centauri della KTM: Jeffrey Herlings si aggiudica il GP d’Europa con una doppietta e con Tony Cairoli costretto ad inseguire nella classifica generale.

GARA1
Sono l’olandese Jeffrey Herlings ed il nostro Antonio Cairoli i protagonisti indiscussi di gara1 del GP d’Europa, il padrone di casa ha ottenuto una vittoria in rimonta davanti al campione del mondo in carica. Tony Cairoli incappa in una caduta quando era al comando. Sul terzo gradino del podio il poleman, il belga della Yamaha Jeremy Van Horebeek, con 29″712 di ritardo.
TC222 lestissimo ad affrontare le asperità del tracciato e a schizzare subito in testa facendo la differenza rispetto a Van Horebeek. Statosferico l’avvio di Herlings che, dopo pochissime tornate, è già quinto (partito dalla 19esima piazza) davanti al campione del mondo 2016 Tim Gajser (Honda). Il rider orange è scatenato, in un lampo supera all’esterno Coldenhoff e Febvre e grazie anche a un errore del belga Van Horebeek, la seconda posizione è sua. In soli 3 giri la tabella rossa n. 84 dimezza il distacco e costringe Tony a una guida al limite, con conseguente caduta e addio sogni di gloria per il centauro siciliano.
Molto bella la lotta per il terzo posto nella quale è bravissimo Van Horebeek a spuntarla, prevalendo su Max Anstie (Husqvarna) autore di una manche molto convincente. In quinta piazza conclude Coldenhoff mentre il francese Febvre precede il connazionale Gautier Paulin (Husqvarna), Clement Desalle (Kawasaki) e Gajser (Honda). Per i nostri portacolori 22esima posizione per Ivo Monticelli, 24esima per Alessandro Lupino e 28esima per Simone Zecchina.

Motocross - Herlings 01 - OrigoVJeffrey Herlings, 23enne olandese, seconda stagione con il Team Red Bull KTM Factory Racing nella classe MXGP

GARA2
Il fuoriclasse olandese si conferma anche in gara2 avendo la meglio ancora una volta su Tony Cairoli. Il rider di Patti ha provato nuovamente a fare gara di testa, si è però arreso alla rimonta furiosa del giovane compagno di scuderia.
L’holeshot sorride ancora a Cairoli, che imprime il suo ritmo e scappavia, mentre Herlings partito maluccio, si trova al settimo posto. Al termine del primo giro è quarto, a 9″ da TC222 e dopo solo altre due tornate è già in seconda posizione. Negli ultimi due giri, la chiave della seconda manche, il pilota olandese “svernicia” Tony che non si arrende e reagisce, la moto si pianta dopo un salto e vede svanire le sue chance di vittoria. Altro secondo posto, non senza rammarico, dopo quello di gara1.
Al terzo posto chiude il francese Gautier Paulin (Husqvarna), che approfitta di un errore a pochi giri dalla fine dell’olandese Glenn Coldenhoff (KTM). Quinto il francese Romain Febvre (Yamaha), davanti al britannico Shaun Simpson (Yamaha). Chiudono la top ten: il belga Clement Desalle (Kawasaki), lo svizzero Jeremy Seewer (Yamaha), il britannico Max Ainstie (Husqvarna) e il belga Kevin Strijbos (KTM).
Indietro gli altri italiani: Alessandro Lupino (Kawasaki) 19°, Ivo Monticelli (Yamaha) 20° e Simone Zecchina (Yamaha) 25°.

Classifica del Mondiale MXGP:
1°  Herlings Jeffrey, NED (Ktm) punti 97 
2°  Cairoli Antonio, ITA (Ktm) punti 91
3°  Desalle Clement, BEL (Kaw) punti 67
4°  Febvre Romain, FRA (Yam) punti 65
5°  Paulin Gautier, FRA (Hus) punti 64
6°  Coldenhoff Glenn, NED (Ktm) punti 55
7°  Van Horebeek J., BEL (Yam) punti 54
8°  Anstie Max, GBR (Hus) punti 54
9°  Simpson Shaun, GBR (Yam) punti 39
10° Seewer Jeremy, SUI (Yam) punti 38

Appuntamento con la MXGP domenica 25 marzo

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment