Menu
AGV_K6_

AGV: Casco integrale K6

AGV presenta K6, un casco stradale comodo e versatile, perfetto per ogni uso, ogni moto e ogni motociclista. Grazie all’utilizzo di tecnologie derivate dal Pista GP R, il casco AGV del motomondiale, K6 combina il massimo della sicurezza con un peso statico e dinamico unico, per un superiore comfort di marcia.

Ogni dettaglio di K6 è studiato per offrire il più alto livello di protezione e per dare la sicurezza di esprimersi al meglio in ogni situazione, in totale comfort e performance. La calotta in pregiata fibra carboaramidica e le cinque differenti densità di EPS, offrono una protezione superiore del 48% rispetto a quanto richiesto dalla normativa in termini di valori HIC e G, tutto ciò con una leggerezza mai sentita prima. I meccanismi della visiera sono di dimensioni estremamente contenute per estendere il più possibile la zona di copertura dalla calotta, mantenendo la sicurezza ai massimi livelli su tutta la superficie del casco. La loro composizione in metallo aumenta notevolmente la resistenza della visiera in caso di urto.

AGV_K6

Il profilo del casco è disegnato per non colpire la clavicola in caso di impatto, un’introduzione di AGV divenuta ormai uno standard nel mondo racing. È proprio dal banco prova più esigente delle corse che K6 eredita caratteristiche che permettono di vedere la strada e gli ostacoli meglio e in anticipo.

Il disegno della calotta e l’estrattore posteriore massimizzano la performance aerodinamica del casco, consentendo a K6 di fendere l’aria e di mantenere grande stabilità anche alle alte velocità. K6 rende al meglio in ogni posizione di guida, da quella più comoda a quella più sportiva e, essendo altamente bilanciato, il peso dinamico risulta essere neutro alle velocità di crociera.

AGV_K6_

K6, con un peso di soli 1.220 grammi, è uno dei caschi stradali più leggeri al mondo. K6 offre un comfort senza precedenti durante la guida e livelli di affaticamento ridotti al minimo, incrementando in tale modo la sicurezza attiva.

 

About Author

Giorgio Papetti

Sorry no comment yet.

Leave a Comment