Menu
20170930_184149

Alpinestars Yokohama Jacket Testata e Spiegata

Giacca Yokohama by Alpinestras, testata e provata

20170930_184149

Abbiamo testato la nuova giacca Yokohama, in ogni condizione possibile tra questa primavera e fine estate, che ci ha portato da 34 gradi a climi freschi e piovosi senza alcun problema.

20170930_184240 20170930_184227

Una giacca multi-materiale di livello superiore con diverse soluzioni comfort quali l’Alpinestars Jet Ventilation System per aiutare il raffreddamento interno. Nella pratica consta di 6 cerniere apribili, due sugli avambracci, due sul petto e due sulla schiena che favoriscono la circolazione dell’aria nel capo, tutte protette da un sistema di maglie a evitare l’accesso indesiderato di insetti. Il sistema risulta efficace se non viene ostruito da sistemi esterni come zaini o pettorine, non stante la giacca non sia completamente traforata, la sensazione di “fresco” è avvertibile anche alle basse velocità.

20170930_184207

La protezione è garantita dall’utilizzo di protettori certificati CE staccabili su spalle e gomiti. La giacca esce senza una valida protezione della schiena e del torace, dove sono inserite delle forme in materiale PE per riempire le tasche, quest’ultime sono predisposte per la possibilità di adottare protettori Alpinestars Nucleon. La schiena non presenta grandi zona catarifrangenti, ma quelle presenti spiccano molto bene, così come per petto e braccia.

20170930_184156

La giaccia Yokohama in materiale Drystar è già impermeabile, senza ricorrere a uno strato antipioggia, in quanto dispone di una struttura multi materiale laminata in poli-tessuto per offrire anche livelli superiori di resistenza all’abrasione e allo strappo. non dover ricorrere ad uno strato supplementare in caso di pioggia, limitandosi alla chiusura delle zip del sistema di ventilazione, un po’ più difficoltose quelle sulla schiena, è un valore aggiunto.

20171008_111608

Molto capienti le due tasche frontali impermeabili per un contenimento sicuro. Si chiudono senza risvolti grazie alle cerniere impermeabili sigillate con parcheggio del cursore.

20171008_111551

E’ anche presente una tasca impermeabile portadocumenti/portafogli all’interno, l’apertura è situata tra il bavero e la zip di chiusura, senza dover quindi aprire la giacca. Rimane un po’ difficile da aprire e chiudere con i guanti.

20171008_111714

Sulla vita sono presenti due regolazioni di calzata, la più importante agisce per mezzo di due cinghie, la secona consta di una piccola linguetta a velcro sul finale di giacca. Anche per le maniche sono presenti due linguette a velcro per un totale di quattro, la zona braccio dispone di due regolazioni tramite bottone a clip.

20171008_111627

 

L’Interno termico è staccabile e a manica lunga, per consentire l’uso della giacca nei climi più freddi.  E’ dotato di chiusure a zip per i lati, che vanno in aggancio alla giacca. colletto e manica presentano comodi bottoni a clip di fissaggio. resta un capo prettamente vincolato alla giacca e non utilizzabile singolarmente.

20170930_184034 20170930_184053

Il capo interno offrirà due ulteriori tasche per riporre oggetti, si posizionano di riflesso a quelle esterne antipioggia, ma in questo caso senza zip.

20171008_111657

Il collo alto con morbida finitura in tessuto e interno in mesh 3D per offrire un comfort eccellente ed un’ottima protezione dal clima per il collo, risulta un po’ troppo presente, specialmente se lasciato un po’ morbido con le turbolenze dell’aria.

20171008_111533

La giacca Yokohama possiede anche una cerniera di collegamento interna in vita per l’integrazione con pantaloni tecnici

La prova!

Non siamo andati per il sottile, la Giacca ci ha seguito in tantissimi percorsi e soprattutto nelle diverse condizioni atmosferiche. Dalla complicata gestione del caldo, fino all’evidente fresco delle ultime settimane estive nel nord Italia. La pioggia non ci ha dati grossi problemi, abbiamo però qualche gocciolina di infiltrazione sul collo, sebbene sia molto presente il colletto con la chiusura a velcro, non è abbastanza morbido da seguire il contorno collo e garantire una tenuta perfetta.

Solo due le tasche esterne, comode in posizione abbastanza eretta, da permettere di gestire con facilità quello che serve a portata di mano.  Non è presente una tasca esterna a livello del petto, questo per favorire il flusso di aria nel sistema di ventilazione. La calzata è comoda, le cinture elastiche sui fianchi permettono di trovare una buona ergonomia e sentirsi cuciti addosso la Yokohama, ottimo per le velocità elevate. Sul braccio una più semplice regolazione a due bottoni, risulta pratica ma meno efficace.

I polsi sono ben curati e la chiusura regolabile facilità sia l’uso dei guanti sopra giacca che la calzata nell’interno della manica, abbiamo giocato con le piccole strip sui fianchi in basso, trovando comodo l’utilizzo della giacca in qualsiasi posizioni le abbiamo messe.

Le cerniere di chiusura, supportate da guarnizioni, consentono di avere un ottimo isolamento dell’aria e dall’acqua, con un facile scorrimento delle stesse.

L’interno estraibile è molto leggero, e tiene abbastanza caldo, non potendolo testare in condizioni prossime allo o°C ma ci siamo andati molto vicini. Un grande pregio viene dato dalla semplicità anche in questo caso di fissaggio alla giacca, due bottoni per ogni manica, uno sul collo e le due zip di aggancio frontali.

Sui colori Alpinestars resta molto sobria, alternando al grigio del capo in prova, un più classico nero, e uno grigio chiaro con inserti fluo.

La giacca ci è piaciuta, il prezzo non è proibitivo e assicura un prodotto di alta qualità, sarete ripagati dall’uso in tutte le condizioni. A temperature estreme di freddo prossime allo 0 un motociclista inizia ad affrontare ben altri problemi, in primis quelli di guidare su superfici problematiche. E’ una giacca che fa tutto il suo lavoro durante i giorni dell’anno, forse il caldo eccessivo resta fuori dal suo target, soprattutto se non state affrontando un viaggio ma circolando in città.

Prezzo consigliato al pubblico € 399,95.

Colorazioni disponibili  Nera, Grigio scuro con inseriti rossi/blu (in prova), Grigio chiaro con inserti fluo.

About Author

Gianluca Villa

Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato quasi 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.
Comments (2)
  • emanuele trotta

    Salve, secondo lei che ha testato questa giacca, resiste fino ad un ora di forti piogge? E’ utilizzabile con temperature prossime allo 0? Grazie infinitamente

    • Gianluca Villa

      La giacca è ottima e resiste bene alla pioggia, unico neo che abbiamo riscontrato sono le tasche anteriori in basso, che non avendo una linguetta di tessuto che ricpre le zip, dopo un paio di anni abbiamo riscontrato infiltrazioni, e alpinestars ha prontamente recuperato il pezzo per fare delle verifiche. Cmq io ci sono stato sotto pioggia battente per un giorno intero (vedi prova BMW R1250GS Adventure) guidando da Sanremo a Milano senza bagnarmi.

Leave a Comment