Menu
Podio

LA SESTA VOLTA DI JACOPO CERUTTI

E SONO 6! JACOPO CERUTTI SI CONFERMA A SPOLETO TOP RIDER NAZIONALE, CONQUISTANDO IL SESTO ORO TRICOLORE SULLA HUSQVARNA FE 450 DEL TEAM SOLARYS RACING DURANTE L’ULTIMA TAPPA DEL CAMPIONATO ITALIANO MOTORALLY E RAID TT
Jacopo Cerutti CIMR (1)

Si è disputato dal 16 al 18 settembre scorsi, nel suggestivo territorio di Spoleto (PG), l’ultimo round del Campionato italiano Motorally e Raid TT: il Rally dei Duchi, valido come settima e ottava prova del CIMR e seconda prova Raid TT. Grazie a una condotta di gara sempre impeccabile, Jacopo Cerutti si è aggiudicato la classifica assoluta di entrambe le specialità, laureandosi campione italiano Motorally per la sesta volta in carriera.

Il pilota comasco, portacolori del team Solarys Racing con la Husqvarna FE 450, è arrivato al weekend umbro con un buon margine accumulato nelle prime sei giornate di gara del CIMR, nonostante l’ingresso di nuovi avversari che l’hanno impegnato ad ogni tappa. Più incerta la classifica Raid TT, dove Jacopo era in testa, ma con la sola prova di Roccamontepiano finora disputata, il vantaggio sugli inseguitori era minimo. Tre le giornate di gara in programma, per un totale di oltre 600 km con sei prove speciali di lunghezza compresa tra i 21 e i 28 km negli impegnativi percorsi dell’Appennino centrale.

Jacopo Cerutti CIMR (2)

La prima giornata di gara, valida solo per il campionato Raid TT, è stata movimentata da qualche rovescio d’acqua che ha reso scivoloso il tracciato. Jacopo ha però fatto valere la sua esperienza vincendo davanti a Vanni Cominotto, per poi ripetersi il sabato davanti a Leonardo Tonelli. A Jacopo è quindi bastato il secondo posto nella giornata conclusiva di domenica per aggiudicarsi il Rally dei Duchi di Spoleto e con esso il sesto titolo nazionale Motorally, oltre al titolo italiano Raid TT. Il binomio Cerutti-Husqvarna si conferma così il più forte in campo Rally a livello nazionale.

Jacopo Cerutti: “Sono felicissimo del risultato: ho corso tre giornate difficili psicologicamente perché volevo sia vincere la gara che anche non commettere errori per il campionato, e con speciali così corte e terreni così insidiosi e scivolosi non è stato affatto facile. Sono però molto soddisfatto, ringrazio quindi il Team Solarys Husqvarna e tutti quanti mi hanno sostenuto quest’anno. Ora una breve pausa e poi andrò in Marocco per il Rallye du Maroc, che sarà la mia preparazione in vista della Dakar 2022!”

JACOPO CERUTTI

Campionato italiano Motorally 2021, classifica Assoluta finale
1. Jacopo Cerutti (Husqvarna)
2. Leonardo Tonelli (Husqvarna)
3. Tommaso Montanari (KTM)
4. Maurizio Gerini (Husqvarna)
5. Vanni Cominotto (Fantic Motor)

Campionato italiano Raid TT 2021, classifica Assoluta finale
1. Jacopo Cerutti (Husqvarna)
2. Leonardo Tonelli (Husqvarna)
3. Maurizio Gerini (Husqvarna)
4. Andrea Mancini (Beta)
5. Filippo Tullio (Husqvarna)

About Author

Gianluca Zanelotto

Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Ritornato a Motocorse.com nel 2014 ne ho gestito la direzione fino allo scorso dicembre per poi creare, insieme a Giorgio Papetti, il nuovo Wheelsmag Italia. Prossimo ai 50 anni sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure. Con i miei viaggi ho coperto gran parte del sud Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment