Menu
CB1000R_2018-con-MK3-singolo-

MIVV per CB1000R

Dalla versione 2018 la supernaked CB1000R ha sorpreso un po’ tutti proponendosi con un look che HONDA identifica “Neo Sport Café”.  Le sue linee essenziali è un po’ rétro vengono ulteriormente enfatizzate dai terminali di scarico Euro 4 che MIVV ha recentemente messo a disposizione dei suoi fortunati possessori. Le immagini parlano da sole.

Sul mercato dal 2008 al 2016 questa maxinaked si è presa un momento di riflessione per poi ripresentarsi sul mercato, nel 2018, con un look tutto nuovo che strizza l’occhio alle
cafè racer.  Se avete sposato il nuovo trend scelto da Honda per questo modello, i terminali aftermarket che vi presentiamo vi piaceranno: s’integrano infatti perfettamente al black/silver che domina l’intera moto e contribuiscono a “smussare” le linee fortemente high tech del 4in4in1 di serie snellendo di conseguenza il posteriore.

Questo non significa “addolcire” anche le performance. Non va dimenticato che la CB1000R è spinta da un potentissimo 4 cilindri da 998 cc, controllato da un cambio con le prime marce corte che privilegiano l’accelerazione. Difficile “tirar fuori” qualcosa in più ma MIVV c’è riuscita e l’ha fatto lungo tutto l’arco di erogazione. Ed è anche riuscita ad abbassare ulteriormente il peso, contribuendo al buon lavoro fatto da HONDA, visto che la nuova CB1000R pesa 12 kg in meno rispetto alle precedenti versioni.

DELTA RACE, GP PRO e dell’ultimo arrivato MK3, qui proposto in versione singola o doppia sono i terminali coinvolti. Tre modelli che in totale arrivano a offrire, con differenti materiali o finiture, undici possibili allestimenti. Tutti omologati secondo la normativa Euro 4 e tutti assemblabili in modo “slip on” (sostituzione diretta del terminale di serie).

Il tecnologico DELTA RACE è un po’ l’outsider ma non c’è dubbio che su questa Honda fa la sua bella figura grazie alla sua distintiva forma che gradualmente passa da conica ad esagonale. Offre il fondello in carbonio carbonio twill 3K, fascetta perimetrale con doppia rivettatura, boccola di ingresso ricavata dal pieno. Si può montare con corpo inox natural con finitura spazzolato effetto “pearled” oppure in “Black” ottenuto con un processo di verniciatura a base ceramica.

CB1000R_2018-con-Delta-Race-
Dati al banco (rilevati alla ruota) – L’ incremento delle prestazioni è presente lungo tutto l’arco di erogazione, con punte massime di +2,10 CV a 10.500 giri e + 1,80 Nm a 8.200 giri. Il risparmio sul peso è di 1,90 kg.
L’essenziale GP PRO, ispirato al mondo delle competizioni, non manca di estimatori anche nel mondo delle Café racer. Caratterizzato da saldatura a TIG semiartigianale e dal tubo in uscita dotato di grata di protezione removibile (sotto la quale c’è il dB-Killer), viene qui proposto in tre versioni: corpo centrale in carbonio con finitura lucida, in titanio e in inox Black. L’accoppiata GP PRO – CB1000R è quella più gratificante a livello prestazionale.
Dati al banco (rilevati alla ruota) – Anche in questo caso l’incremento è presente su tutto l’arco di erogazione, con un evidente ampliamento dai 6.500 ai 10.500 giri. La potenza massima è di +3,40 CV oltre i 10 mila giri, la Coppia tocca i + 3,20 Nm a 8.300 giri. Ben 2,5 kg il risparmio di peso.

CB1000R_2018-con-GP-PRO
Ultimo nato in casa MIVV, il tondo e corto terminale MK3 dimostra qui la sua versatilità, proponendosi in tre versioni e in allestimento singolo o doppio sovrapposto. La sua linea è frutto dell’esperienza acquisita nei Campionati mondiali Moto3 e Moto2, in questo caso adattato alle rigide regole della Euro 4. Nonostante la compattezza, l’MK3 risulta particolarmente appagante dal punto di vista del sound. Un’anteprima è “ascoltabile” con un’ottima qualità audio sul sito del produttore (questo vale per tutti gli accoppiamenti). Ancora da ricordare è la grata di protezione sul fondello in uscita, quest’ultimo in tinta a contrasto con le versioni con corpo nero (carbonio e inox black).

CB1000R_2018-MK3-doppio
Dati banco (rilevati alla ruota) – Viene anche qui confermato un miglioramento lungo tutto l’arco dell’erogazione. Il “doppio” terminale tocca l’incremento massimo della potenza (+0,80 CV) a 10.500 giri e della coppia (+0.90 Nm) a 8.300 giri); la riduzione del peso di 1,60 kg. I dati riguardanti il montaggio del singolo terminale sono: potenza e coppia massime + 1,60 CV, + 1,00 Nm (agli stessi numero giri motore della versione doppia); quasi 3 kg è il risparmio di peso, rispetto al terminale di serie. Come potete notare le performance migliori si ottengono con l’MK3 “mono”… ma se la vostra ricerca di componentistica punta sostanzialmente al look, la scelta del doppio porta a un risultato estetico inimitabile.
PREZZI AL PUBBLICO

DELTA RACE Inox: 572,00 euro; Black inox 633,00 euro
GP PRO Carbonio 486,00 euro; Titanio 486,00 euro; BLACK inox 425,00 euro.
MK3 Singolo Carbonio 340,00 euro; Inox 291,00 euro; BLACK inox 315,00 euro.
MK3 Doppio Carbonio 689,00 euro; inox 591,00 euro; MK3 Doppio Black inox 640,00 euro.

About Author

Giorgio Papetti

Sorry no comment yet.

Leave a Comment