Menu
motocross - mxgp Herlings J 6 - ph  Origo V

Motocross: Herlings il “cannibale”

Di un altro pianeta Jeffrey Herlings che vola sul tracciato francese, realizzando la quarta doppietta consecutiva (settima stagionale), la nona vittoria di manche di fila e leadership iridata rafforzata. Il fuoriclasse olandese della Ktm sa vincere in tutti i modi: in solitaria nella prima manche ed in rimonta nella seconda.  Il nostro Antonio Cairoli, terzo e secondo sul tracciato di Saint Jean d’Angely, ha provato a fare di tutto per impensierire l’orange, ma ha dovuto arrendersi.

RUN1
Il giovane tulipano della Ktm partito in pole position, ha preso per primo l’holeshot, poi non ha dovuto fare altro che portare la sua moto fin sotto la bandiera a scacchi nella solitudine più assoluta. Il suo margine era talmente ampio che nelle ultime battute di gara ha preferito alzare il ritmo e gestire per non correre problemi, chiudendo con 5″660 sul belga Clement Desalle (Kawasaki). Terzo posto finale per TC222 (Ktm) che ha perso diverse posizioni in partenza e costretto ad una rabbiosa rimonta, nella quale ha fatto segnare il giro più veloce 1’55″784. All’ultimo giro ha tentato anche l’estremo e disperato assalto alla piazza d’onore, ma ha commesso un piccolo errore e Clement Desalle si è salvato.
Gli altri italiani: 12esima posizione per Alessandro Lupino (Kawasaki) a 1’18, mentre chiudono anzitempo le rispettive prove Simone Zecchina (Yamaha) e Ivo Monticelli (Yamaha).

Il nove volte Campione del Mondo Tony Cairoli, secondo al GP di Francia

Il nove volte Campione del Mondo Tony Cairoli, secondo al GP di Francia

RUN2
JH84 non è umano! Nonostante un avvio poco felice, l’orange con la tabella rossa, non ha perso la testa ed ha superato avversari su avversari, fino a trionfare anche in questa seconda manche del decimo appuntamento del Mondiale 2018 di MXGP. Seconda posizione per il nostro Antonio Cairoli, che poco ha potuto fare, dinnanzi ad una prova di superiorità di queste proporzioni. Terzo un buon Tim Gajser (Honda) mentre è decimo un bravissimo Ivo Monticelli (Yamaha).
Tonino nazionale ci ha provato a porre termine a questa egemonia. L‘holeshot centrato e la fuga delle prime battute, con Herlings in sesta posizione, avevano fatto pensare che stavolta la run sarebbe stata italiana. E invece, nonostante gli sforzi di Tony, nelle ultime fasi JH84 ha cambiato decisamente marcia, girando su tempi inarrivabili per tutti. Il nostro portacolori non ha potuto far altro che subire il sorpasso e doversi accontentare di una onorevole seconda posizione, a 8″838 dal compagno di marca.
Sul terzo gradino del podio, a 40″401 dal leader, lo sloveno Tim Gajser costretto ad alzare bandiera bianca dopo un confronto side by side proprio con l’olandese. Il padrone di casa Romain Febvre (Yamaha), ha vinto il confronto tutto transalpino con Gautier Paulin (Husqvarna) per la quarta piazza.
Il nostro Ivo Monticelli 10°, molto battagliero e autore di una prestazione sorprendente. Per quanto concerne gli altri piloti del Bel Paese, Alessandro Lupino (Kawasaki) ha concluso 17° mentre Simone Zecchina (Yamaha) 28°.
A fronte di questi risultati Herlings vola a +62 su Tony Cairoli, dando un’impronta ancora più decisa a questo Campionato di MXGP 2018.

CLASSIFICA MONDIALE 2018 MXGP 
1° Herlings J. NED Ktm p.ti 486
2° Cairoli A. ITA Ktm p.ti 424 
3° Desalle C. BEL Kawasaki p.ti 351
4° Febvre R. FRA Yamaha p.ti 323
5° Paulin G. FRA Husqvarna p.ti 296
6° Gajser T. SLO Honda p.ti 295
7° Coldenhoff G. NED Ktm p.ti 267
8° Seewer J. SUI Yamaha p.ti 226
9° Van Horebeek J. BEL Yamaha p.ti 219
10° Nagl M. GER Tm p.ti 177

 

MX2

L'americano Thomas Covington con la Husqvarna del team Rockstar Energy Factory Racing

L’americano Thomas Covington, vincitore di gara1, con la Husqvarna del team Rockstar Energy Factory Racing

Jorge Prado ha vinto il GP di Francia della MX2. Lo spagnolo ha vinto gara2, chiudendo a pari punti con l’americano Thomas Covington, vincitore della prima manche. Prado ha così ridotto il margine che lo separa in classifica da Pauls Jonass a 16 lunghezze.
Gara1 è stato un assolo di Thomas Covington, che ha preso il comando della corsa sin dalla partenza. Thomas Olsen ha provato a stargli dietro, ma il pilota americano non ha avuto problemi a controllare, accelerando ogni qual volta il danese provava ad avvicinarsi. Entusiasmante è stata la lotta per il terzo gradino del podio: il tedesco Henry Jacobi (caduto nel finale finendo poi 24°) ha provato ad avvantaggiarsi ma è stato ben presto raggiunto da Pauls Jonass e Jorge Prado. Alla fine ha avuto la meglio il giovanissimo spagnolo, che ha infilato Jonass involandosi verso il terzo posto e rosicchiando così qualche punto in ottica classifica iridata.
Il copione si è ripetuto anche in gara2, ma stavolta il protagonista è stato Jorge Prado. La notizia è stata però la caduta di Jonass, che dopo essersi preso l’holeshot ed aver condotto in testa il primo giro, è caduto compromettendo la sua gara. Prado ne ha approfittato e si è involato verso la vittoria, precedendo il belga Jago Geerts e Thomas Covington, che ha provato nel finale a chiudere il gap sulla seconda posizione ma senza riuscirci. Il lettone Jonass, dopo essersi trovato nelle retrovie, ha provato la rimonta disperata fermandosi però in sesta posizione.

CLASSIFICA MONDIALE 2018 MX2 
1° Jonass P. LAT Ktm p.ti 434
2° Prado J. ESP Ktm p.ti 418
3° Olsen T. DEN Husqvarna p.ti 328
4° Watson B. GBR Yamaha p.ti 305
5° Vlaanderen C. RSA Honda p.ti 259

Prossimo appuntamento il 17 giugno a Ottobiano per il GP di Lombardia

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment