Menu

Motocross: MONTICELLI E LUPINO VINCONO IL 5° ROUND

Sul tracciato brianzolo di Bosisio Parini, davanti a un pubblico numeroso,
si è concluso uno spettacolare quinto round del Campionato Italiano MX1-MX2,
che ha visto i piloti darsi battaglia sino all’ultimo giro della manche del Supercampione

Alessandro Lupino, Honda Redmoto, leader del Campionato Italiano MX1

MX1
Il vantaggio di 893 lunghezze accumulato da Alessandro Lupino (Honda Redmoto Assomotor) nei confronti dell’inseguitore Matteo Bonini (Kawasaki GBO Motor Sport) ipoteca la riconferma del titolo tricolore per il pilota delle Fiamme Oro.
Nel weekend Lupino ha vinto e convinto, per la quarta volta in questa stagione sul gradino più alto di giornata, chiudendo autorevolmente le due manche in prima posizione e guadagnando un buon quinto posto sotto la bandiera a scacchi della Supercampione.
Al crossodromo Bodrone di Bosisio Parini, non è stata però una fuga solitaria per il pilota della Fiamme Oro, ha dovuto rincorrere in gara1 dopo una partenza poco brillante e nella Supercampione dove è incappato in una scivolata mentre si trovava al secondo posto. Piazza d’onore della MX1 all’ospite belga Jeffrey Dewulf (KTM Team Steels Dr Jack) che ha chiuso gara1 in terza e gara2 in seconda posizione. Per l’ex iridato David Philippaerts (Yamaha ASTES4-TESAR) un quinto posto in gara1 dopo una lunga rimonta, un terzo in gara2, seguito da un altro terzo assoluto nella Supercampione: tre risultati che lo hanno portato ai piedi del podio di giornata. DP19 consolida la terza piazza nella classifica di campionato, a soli 166 punti da Matteo Bonini.

Ivo Monticelli (Ktm Marchetti Racing), vincitore della classe MX2

MX2
Il più bravo è stato Ivo Monticelli (KTM Marchetti Racing), al suo secondo successo 2017 grazie al secondo posto nella prima manche ed alla vittoria nella seconda manche, dopo una formidabile rimonta ed un sorpasso al penultimo giro ai danni di Morgan Lesiardo (Kawasaki Monster Energy). Nella classifica provvisoria del tricolore, il pilota marchigiano
ha accorciato di qualche lunghezza le distanze, portandosi a 350 punti dal leader Michele Cervellin (Honda Martin – Fiamme Oro) e a 98 da Simone Furlotti (Yamaha SM Action), rendendo molto incerto, fino all’ultima gara della stagione, il risultato finale.
Secondo posto sul podio per Michele Cervellin, vincitore di gara1 dopo un lungo inseguimento a Rudy Moroni, purtroppo per lui solamente un terzo posto in gara2 dopo essere stato autore di una caduta al nono giro di gara. Nella Supercampione, il portacolori delle Fiamme Oro si è trovato a lottare spalla a spalla con il compagno di casacca Alessandro Lupino, quinto davanti a lui sul traguardo.
L’autore della PolePosition Spark del sabato, Morgan Lesiardo (Kawasaki Monster Energy), ha concluso la giornata sul gradino più basso del podio: quinto posto nella prima manche e un secondo posto in gara2. La Supercampione lo ha visto al traguardo, solamente, in undicesima posizione.

Il vincitore della manche Supercampione, Simone Furlotti (Yamaha)

Il vincitore della manche Supercampione, Simone Furlotti (Yamaha SM Action)

SUPERCAMPIONE
In sella alla sua piccola Yamaha YZF250, Simone Furlotti (Yamaha SM Action), ha preceduto anche le più potenti 450 di Alessandro Lupino (Honda) e Jeffrey Dewulf (Ktm). Il quarto posto di giornata gli ha permesso di mantenere la seconda piazza in classifica generale MX2 e rimanere ancora in gioco per il titolo.
Per i primi giri Simone Furlotti, autore dell’holeshot, ha guidato da manuale, però dalle retrovie Jeffrey Dewulf ha iniziato a girare con tempi molto più veloci, al termine del quinto giro lo ha raggiunto e superato. Da quel momento il pilota KTM ha tenuto saldamente la testa della gara sino a tagliare per primo il traguardo.
Furlotti non perde la testa e con il suo passo è rimasto nella scia del leader, riuscendo così a conservare la seconda posizione sin sotto la bandiera a scacchi, preservandola dalla rimonta di Matteo Bonini che sorpasso dopo sorpasso ha chiuso in terza piazza. Quarto ha chiuso, un mai domo David Philippaerts, mentre quinto si è classificato Alessandro Lupino che a tre giri dal termine ha “sverniciato” Michele Cervellin (Honda), relegandolo in sesta posizione.
Colpo di scena a fine gara, la direzione gara ha retrocesso di dieci posizioni il belga Jeffrey Dewulf per aver sorpassato in regime di bandiere gialle. La vittoria finale è andata così a Simone Furlotti, che ha preceduto Matteo Bonini e David Philippaerts, sul podio dopo una lunga assenza.

Il Campionato Italiano MX1-MX2 tornerà il 23-24 settembre, dopo la pausa estiva, per la sesta e penultima prova sul tracciato di Mantova.

 

 

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment