Menu
Copertina_BMWF900XR

Nuova BMW F900XR, la media che completa la gamma BMW Touring

La F 900XR, Sorella carenata della F 900 R, aggiunge alla gamma di prodotto un tassello importante. Molto apprezzata e venduta sta già scalando le classifiche di vendite.

Presentata a EICMA 2019, ha suscitato interesse fin da subito, portando sul piatto non solo una linea innovativa, ma anche una dotazione esclusiva per il segmento e per il prezzo offerto, l’obiettivo di BMW è chiaramente quello di attaccare il primato della Yamaha Tracer 900 (GT), e anche della Ducati Multistrada 950 (S). Una seconda e migliore motivazione, viene espressa dalla possibilità di offrire ai clienti BMW una moto più facile, meno impegnativa di un R 1250 GS o di una S 1000 XR, quest’ultima potremmo definirla la sorella maggiore.

Già disponibile in tre varianti di colore, e una ricca selezione di pacchetti e accessori, come da tradizione BMW, si parte da un prezzo base di 11.350,00 Euro f.c.

20200609_203959

Linea ed Ergonomia

Esteticamente la F 900 XR presenta linee moderne, con un mix di curve e spigoli dalle ottime finiture, e una linea volutamente ravvicinata a quella della S 1000 XR. Abbandonato l’usuale stile di un faro doppio asimmetrico, il gruppo ottico anteriore è full led, e con l’aggiunta dell’adaptive light control, ovvero l’accensione automatica di una luce interna alla curva quando si inclina la moto, garantisce ottima visibilità in ogni condizione.
Contrapposto al grande frontale, che fende l’aria per proteggere il pilota, il posteriore risulta magrissimo, con un codino rappresentato da una prolunga per il porta targa, frecce e luce stop. Uno stile che evoca le sportive di ultima generazione, questo a marcare il DNA delle XR come turistiche sportive.

P90373144_highRes_bmw-f-900-xr-11-2019

Il cupolino offre due differenti posizioni, gestibili con un comando anche in fase di guida, se siete alti oltre i 175cm per un touring più protettivo serve sicuramente quello maggiorato.  La triangolazione manubrio, sella e pedane abbastanza comoda e leggermente avanzata, favorendo il feeling sull’anteriore. La presa larga e le geometrie dell’avantreno consentono veloci cambi di direzione.

DSCF5925

Una sella standard con un’altezza da terra di 825mm, che può essere ridotta a 775 così come aumentata a 870, concede anche ai meno alti un ottimo appoggio; stretta e con una forma a culla, tiene il pilota in posizione, un moto che strizza l’occhio a i meno alti, dove anche il suo baricentro basso ne aumenta l’agilità anche con le manovre da fermo.
Il passeggero gode di una sella abbastanza grande, le pedane non troppo vicine e due grandi maniglioni per aggrapparsi. Gli specchietti non troppo grandi offrono una buona visibilità.

DSCF5885

La gestione delle funzioni come Cruise Control (opzionale) sono affidate ai tipici comandi di BMW, razionali e ordinati ma ancora non retro-illuminati. Grazie al cruscotto digitale a colori TFT 6,5”, oggi standard su tutte le BMW, si semplifica la visione dei menu per controllare ogni aspetto della moto. sarà inoltre è possibile connetterlo allo smartphone per funzioni di navigazione e chiamate.

DSCF5886

Consigliata l’installazione della BMW Motorrad App, un completo programma di gestione moto e navigazione, che si interfaccia e raccoglie i vostri dati di viaggio.

La F 900 XR dispone della piattaforma inerziale a 6 Assi, con abs cornering, ma solo aggiungendo il pacchetto Active (610 euro), si arriva a completare l’elettronica di supporto tra motore, abs e sensori. Un kit quasi irrinunciabile se si pensa che nel costo vengono aggiunti il supporto valige, le manopole riscaldabili, Mappature motore PRO, ABS PRO e DTC.

DSCF5959

Due riding mode, Road, Rain e volendo c’è il Dynamic e Dynamic PRO come opzione. La differenza è data dalla risposta dell’acceleratore e dei sistemi di “controllo”, la potenza resta invariata. I 105CV a 8.500giri/min con i suoi 92Nm di coppia a 6500 giri/min (92CV a 8000g/m e 88Nm a 6750g/m nella versione A2) spingono bene la F 900 XR, anche grazie a un peso di 219kg in ordine di marcia.

DSCF5880

Il bicilindrico parallelo di 895ccm Euro 5, ha una risposta pronta e lineare, senza picchi per rendere facile la guida anche per i piloti meno esperti. Il tiro è presente già a 2000 giri, fino a quasi i 9000 di limitatore, dove si avverte qualche vibrazione di troppo  su sella e manubrio. Consigliato anche dal cruscotto l’utilizzo dai  3000 ai 7000, per avere sempre coppia e fruibilità, oltre a consumi più contenuti. La casa dichiara un consumo per 100 km secondo WMTC di 4,2Litri, con i 15,5 disponibili a serbatoio un range di oltre 350km.

La produzione del motore è affidata alla Cinese Loncin, qui vorremmo sfatare il luogo comune sulla eventuale qualità inferiore. Essendo progettato, controllato interamente da BMW, rientra a pieno titolo nella qualità tipica del marchio. Il bicilindrico parallelo equipaggiato con uno scarico poco ingombrante e di design riuscito, risulta silenzioso per rispettare la normativa Euro5,
La capacità di carico che raggiunge i 219kg, consente ampio respiro anche in due con bagagli al seguito, cosa da non sottovalutare se si pensa a salite di montagna.

20200608_172842

Il telaio è in acciaio, con una forcella anteriore da 43mm a steli rovesciati, non regolabile. Il forcellone oscillante a doppio braccio in alluminio, è abbinato a un ammortizzatore regolabile nel precarico, che diventa automatico se dotato del sistema ESA Elettronico adattivo in opzione. Ampia l’escursione di 170mm davanti e 172 dietro (150mm/152mm se ribassata), e un passo da 1521 con avancorsa da 105,2mm.

20200608_172919 DSCF5881

Il reparto freni è composto da un performante doppio disco flottante, Ø 320 mm, pinze radiali Brembo a 4 pistoncini davanti, e un Freno a disco singolo, Ø 265 mm, pinza flottante a un pistoncino. I cerchi sono in alluminio pressofuso a razze con gommatura 120/70 ZR17 e 180/55 Zr17.

La  Moto in prova montava

– ADAPTIVE LIGHT CONTROL
– MSR
– LUCI DIURNE A LED
– PACCHETTO COMFORT
– PACCHETTO TOURING
– PACCHETTO DYNAMIC
– PACCHETTO ACTIVE
– RDC CONTROLLO PRESSIONE PNEUMATICI
– PARAMANI
– ANTIFURTO
– CHIAMATA D’EMERGENZA INTELLIGENTE
– TELESERVICE

Seduti in una posizione molto centrale, con la sella scavata che porta ad avere un buon baricentro delle forze, si ha l’impressione che la moto sia più leggera di quanto in realtà pesi. Il contatto con il terreno è facilitato dalla sella stretta, e anche le manovre da fermo sono poco problematiche. La protezione offerta dal cupolino di serie è pensata per stature fino a 170cm, oltre la testa resta in balia dei vortici d’aria, mentre per spalle e resto del corpo tutto nella norma. Il sistema Ride By Wire e la piattaforma IMU a 6 assi, conferiscono un’ottima gestione dei parametri di accelerazione e frenata.

Seduto-Carena

La forcella quando si tocca il freno affonda un po’ troppo inizialmente, ma reagisce grazie alla lunga corsa, ma il suo beccheggio resta un po’ troppo  pronunciato. L’ammortizzatore, nel nostro caso ESA, conferisce un comportamento davvero preciso, offrendo sempre una reazione alla guida richiesta, cosa che evidenzia la disparità di funzionamento con l’avantreno.

Il serbatoio ha linee ben studiate, dove le gambe trovano una postura ben protetta. Il manubrio molto largo, permette con piccoli sforzi di fare veloci cambi di direzione o discese in piega. La luce a terra offerta è limitata rispetto alle prestazioni di gomme e ciclistica, si raggiungono gradi piega importanti con estrema naturalezza, dove risulterà facile toccare con le pedane.Il cruscotto è da riferimento per tutto il settore moto, le informazioni sono ben visibili, anche se per accedere in alcune voci in certi casi bisogna scorrere qualche menu di troppo. La navigazione incorporata, dove avrete solo le frecce direzionali, permette di sfruttare uno smartphone senza ricorrere a navigatori esterni, così come la possibilità di collegare un interfono e gestire tutto con i comandi al manubrio.

Tante le dotazioni in offerta, per me indispensabile il sistema SOS, specie quando si è in viaggio da soli, può realmente fare la differenza in caso di grave incidente.

 

Di fatto La F 900 XR risulta essere molto reattiva e comunicativa, in ogni condizione di strada. Il serbatoio offre 15,5 litri, sembrerebbe più capiente, garantisce comunque un’autonomia di medie percorrenza per una tourer, ma superiore a una sportiva,

Il Cruise control, le manopole riscaldate aumentano il comfort rendendo il pacchetto della F 900 XR completissimo, rimango un po’ deluso dalla mancanza di un accessorio dedicato a migliorare la performance della forcella, il tassello davvero mancante della lista accessori.

Purtroppo ho riscontrato che Il codino cosi rastremato, protegge poco in caso di fondi bagnati.

20200618_165717

Il listino resta invitante, dove troverete oltre a le tre colorazioni, la base in prova Light White Uni, le versioni Style Exclusive ( un Giallo Ocra) offerta insieme ai paramani, e lo STYLE SPORT (rossa) con il cupolino sport,  entrambe con una maggiorazione di 220 euro.

Sarà irrinunciabile agganciare i pacchetti ACTIVE e DYNAMIC, mentre il resto a vostra discrezione, così come il sensore di pressione pneumatici, che costa 210 Euro ma onestamente aiuta moltissimo ad evitare di usare una moto con gomme sgonfie, anche in caso di foratura, prima di fare una curva importante.

Nella prova abbiamo usato

Completo LS2 NEVADA
Casco Airoh Commander Carbon
Intimo SIXS
Stivali Dainese Fulcrum Goretex
Guanti Dainese Nembo Goretex
Borsa GIVI ST607

 

About Author

Gianluca Villa

Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato quasi 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment