Menu
Diablo_Rosso_IV_pos

Pirelli Diablo Rosso 4 il nostro test di molti km in strada

La casa milanese rinnova uno dei più apprezzati pneumatici sportivi stradali, che permetto non solo di andare forte in condizioni di asciutto, ma di avere anche una buona visibilità a tutto tondo.

DiabloRosso4

Giunto alla sua 4a versione, il Diablo Rosso di Pirelli è sempre stato un riferimento per i bikers, soprattutto per quelli che richiedono prestazione sportiva, ma anche sicurezza in caso di condizioni avverse. In 12 anni aver venduto 5 milioni di penumatici vuol dire di aver centrato l’obiettivo.

DIABLO ROSSO IV, si evolve arrivando ad avere anche un tri-mescola al posteriore dove, le misure più importanti, si accoppiano a moto molto assetate di angoli di piega.

 

Un battistrada verticale al senso di marcia, con un profilo a saetta, è lo studio per dare grip anche in condizioni di bagnato e umido, lasciando intonse le spalle per ottenere un grip massimale sull’asciutto con forti angoli di piega.

Pirelli-Diablo-Rosso-4-Schema

A chi è dedicato DIABLO ROSSO IV ?

Il nuovo DIABLO ROSSO IV si evolve per soddisfare i motociclisti alla ricerca di un pneumatico stradale capace di garantire maneggevolezza e un ottimo livello di grip stradale.

I possessori di moto supersportive o hypernaked, che cercano nella guida sportiva su strade tortuose e sui passi di montagna, troveranno il loro compagno ideale che cercano per esprimere al meglio le performance sportive della propria moto;

Anche per i bikers che utilizzano la moto principalmente nel weekend, per brevi escursioni fuori porta, da soli o con passeggero, e che cercano il piacere di guida sportivo a prescindere dalle condizioni climatiche;

MescolePirelliDR4

STRUTTURA

Partendo dalla struttura, il DIABLO ROSSO IV è realizzato con struttura nuova con cintura zero gradi in acciaio, derivata da quella sviluppata in ambito racing, una tecnologia derivata dalle coperture più sportive del brand. PIRELLI è presente nel mondiale WSBK da anni, laboratorio nel quale può sviluppare e attingere a test in pista con i migliori piloti, portando poi queste esperienza sul prodotto destinato al cliente “normale”.

Rispetto alla precedente versione, il pneumatico anteriore impiega corde in Rayon di maggior rigidezza e allo stesso tempo distribuite con una fittezza minore (-20%). Questo schema lascia più spazio alla mescola di gommatura che, grazie alle sue proprietà smorzanti, migliora il feeling e la precisione di guida.

20210620_114223

Mescole full silica, impiegate su entrambi gli assi e con schema Cap&Base al posteriore, quest’ultimo si differenzia dal 190/55 in poi, dove è stata adottata una struttura in Lyocell a tre filamenti che si caratterizza per un rapporto di deformazione notevolmente inferiore rispetto a quello normalmente impiegato nei pneumatici stradali. L’innovativa carcassa in fibra Lyocell è in grado di offrire una resistenza maggiore allo stress degli inserimenti in curva o delle accelerazioni più aggressive.

20210625_125549

Le misure dal 190/50 a decrescere sono invece seguono la tecnologia dell’anteriore, garantendo più gomma tra le fibre.

SchemaDR4

BATTISTRADA

Rivisto il disegno del battistrada del DIABLO ROSSO IV, sempre caratterizzato dall’iconico intaglio a fulmine che lascia spazio a spalle più slick per ottenere performance ancora più sportive.

Il disegno del battistrada principale è fatto da intagli centrali nei pneumatici anteriore e posteriore. Il loro orientamento segue le onde di usura per favorire un consumo più omogeneo e allo stesso tempo assicura un’efficace evacuazione dell’acqua in rettilineo.

In corrispondenza dei primi angoli di piega, altri intagli laterali garantiscono la corretta deformazione del pneumatico oltra all’evacuazione dell’acqua, consolidando l’efficacia del DIABLO ROSSO IV anche su bagnato.

20210710_164744

Rispetto al predecessore il rapporto vuoti/pieni è circa il 30%  in più così da avere un pneumatico più slick oltre i trentacinque gradi di angolo di piega.

L’opposto è stato fatto per il pneumatico posteriore, dove il rapporto vuoti/pieni è stato diminuito in prossimità della zona centrale. La zona permetterà una migliore regolarità di usura, e una maggior stabilità alle alte velocità, senza compromettere le capacità di evacuazione dell’acqua, che restano principalmente svolte dal pneumatico anteriore.

Misure

Anteriore
110/70 R 17 M/C 54 H TL
110/70 ZR 17 M/C 58W TL
120/60 ZR 17 M/C (W) TL
120/70 ZR 17 M/C (58W) TL
120/70 ZR 17 M/C (58W) TL (C) conforme CCC
Posteriore
140/70 R 17 M/C 66 H TL
150/60 R 17 M/C 66 H TL
150/60 ZR 17 M/C 66W TL
160/60 ZR 17 M/C (69W) TL
180/55 ZR 17 M/C (73W) TL
180/55 ZR 17 M/C (73W) TL (C) conforme CCC
190/50 ZR 17 M/C (73W) TL

Trimescola
190/55 ZR 17 M/C (75W) TL
200/55 ZR 17 M/C (78W) TL
200/60 ZR 17 M/C (80W) TL

Il posizionamento nella gamma supersportiva di Pirelli

DIABLO ROSSO IV si inserisce nella gamma di pneumatici ad alte performance di Pirelli come prodotto supersportivo dal comportamento bilanciato tra prestazioni sportive stradali unite ad un’elevata resa chilometrica ed un ottimo comportamento su bagnato.

Rispetto al DIABLO Supercorsa SP, che è stato studiato per essere utilizzato principalmente in pista in condizioni di asciutto, DIABLO ROSSO IV ha una indole più stradale con particolare attenzione al chilometraggio e al comportamento su bagnato.

Anche rispetto al DIABLO ROSSO Corsa II, altro pneumatico del portfolio Racing Street di Pirelli pensato invece per un utilizzo bilanciato tra strada e pista, DIABLO ROSSO IV garantisce una resa chilometrica superiore ed un miglior comportamento su bagnato.

TEST e Impressioni

Abbiamo montato le Diablo Rosso IV sulla S 1000 XR 2021, un’accoppiata sulla carta davvero molto veloce, e ci siamo divertiti con un bel po’ di km senza compromessi.
Fin da subito il feeling è stato molto chiaro, velocità e rotondità anche nelle discese in piega più rapide, ottimo feeling sull’avantreno e tenuta ottimale fin da subito. Il target è specificatamente per un passeggio molto rapido, per cui anche noi ci siamo adattati a sfruttarla in quel campo.

La prima impressione, come detto, e data dal fatto che si scaldano subito permettendo di spingere già dopo la prima curva e questo permette di avere più confidenza anche quando, fermati su un passo per la fotografia di rito, si riparte nella classica discesa a valle.

In curva abbiamo trovato l’anteriore molto prevedibile, le discese in piega sono lineari senza il tipico effetto delle racing. Nello specifico una carcassa “corsaiola” arriva subito ad angoli di piega importanti, mettendo i meno esperti in agitazione con l’effetto moto che cade all’interno curva. le Diablo Rosso 4, mitigano questo effetto pur mantenendo una velocità notevole, ma sempre lineare. Il risultato è anche quello di ottenere un ottima impronta a terra ad ogni angolo.

Il posteriore offre un ottimo grip in ogni frangente, limitando l’uso del TC e accompagnando la moto in ogni curva mantenendo un’ottima agilità. La misura in prova era una 190/55 R 17 per cui il Tri-mescola che lavora molto più specificatamente in base alla piega.

Raggiungere pieghe di oltre 50°, fa capire quanto sportive e ottime si dimostrano con una moto alta, seppur di derivazione RR, la BMW S 1000 XR ha quote ciclistiche più elevate, impegnando maggiormente una gomma avendo un baricentro più alto.

Sull’asciutto immense, sul bagnato un buon compromesso.

Quando si sceglie una gomma così performante, la coperta risulta un po’ corta, per cui la prestazione sul bagnato non arriva ad essere paragonabile a modelli più Touring della stessa casa.  Ciò non vuol dire che la gomma non va, tutt’altro! le prestazioni si limitano solo agli angoli di piega, infatti se guardate il disegno della posteriore capirete che ad un certo punto non c’è più drenaggio. Anche il discorso di prolungare la vita sul centro gomma, forza un po’ il TC ad entrare in azione sulle forti accelerazioni.
Parliamo di situazioni estreme di tenuta, per cui il biker sa che deve limitare il gas ed avere una sensibilità di guida maggiore

Dopo tutti questi km possiamo dire che :

il Diablo Rosso IV è un prodotto fantastico per chi cerca una gomma prestazionale, senza doverla cambiare dopo 3000km ma pensando di arrivare anche molto più a lungo. Una soluzione a chi cerca una gomma sportiva, sempre efficace con capacità di pieghe importanti. La sconsiglierei a chi non cerca “l’angolone” e lo direzionerei più su una  §Angel GT 2, che offre sicuramente più grip in condizioni anche più “umude”.

Certo è che le Diablo Rosso IV, portano il livello di sportività dal precedente modello a livelli di assoluto riferimento.  Consigliate vivamente a chi cerca un prodotto per divertirsi in strada e anche in qualche turno in pista.

 

 

About Author

Gianluca Villa

Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato quasi 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment