Menu
Jonathan Rea

SBK: Laguna Seca incorona Jonathan Rea

Doppietta al Gran Premio degli Stati Uniti per Rea
L’alfiere Kawasaki ipoteca il quarto titolo iridato consecutivo

Dopo la trasferta americana il Mondiale Superbike 2018 sembra ormai chiuso. Jonathan Rea continua a vincere e dominare gare e Mondiali. Il tre volte campione del mondo in carica, domina anche sul tracciato californiano di Monterey e porta il suo vantaggio su Chaz Davies a +75 punti.
Continua il periodo no di Marco Melandri, dopo un inizio di stagione decisamente incoraggiante, quinto posto in gara1 per il ducatista, mentre in gara2 è finito nella sabbia di curva 5 dopo pochi giri.
Rea (Kawasaki) ha piazzato l’ennesima doppietta, dominando run1 davanti a Davies (Ducati) e Lowes (Yamaha), mentre nella run2, è stato protagonista di una rimonta rabbiosa che lo ha portato dalla 9a posizione al comando in pochi giri. Poi assolo fino alla bandiera a scacchi del nordirlandese, con un ampio margine sui soliti noti: ancora il gallese Davies e l’irlandese Laverty.

GARA1
Il pilota della Kawasaki ha conquistato il settimo sigillo di manche di questo Mondiale delle derivate di serie, dimostrando le sue grandi qualità alla guida della verdona sulla pista di Laguna Seca (Stati Uniti), sede dell’ottavo round iridato.
Il duello tra Rea e Davies è stato appassionante. Nell’ultimo settore del circuito, Jonathan ha sempre azzardato il sorpasso all’ingresso della curva che immette sul rettilineo dei box. Chaz, ha sempre tenuto botta, mettendo l’autografo in ogni staccata del tracciato. Il ducatista era oltre il proprio limite e a 16 tornate dal termine, ha alzato bandiera bianca, ha sbagliato l’ingresso nella famosa curva del Cavatappi, lasciando via libera a Rea.
In casa Italia, Lorenzo Savadori ha perso l’anteriore della propria Aprilia, finendo a terra all’ultima curva dell’8° giro, quattordicesima piazza per il cesenate. Positivo quinto posto per Marco Melandri, penalizzato da una superpole estremamente negativa.
Tom Sykes, ha perso terreno fin dalle prime battute per problemi con le gomme, ha concluso in settima piazza.

 

Il britannico Chaz Davies con la Desmo16

Il britannico Chaz Davies, con la Ducati Panigale, secondo al GP degli Stati Uniti

GARA2
La seconda manche della gara statunitense, in realtà è durata pochi minuti, giusto il tempo di vedere il nordirlandese recuperare dalla nona casella della griglia di partenza, prendere il comando della corsa e gestire l’ennesimo successo della stagione. Alle sue spalle si sono classificati il britannico Chaz Davies (Ducati) a +5″ e a completare il podio l’irlandese Eugene Laverty (Aprilia) scattato dalla pole position, a +6″7.
Il pilota dell’Aprilia ha provato subito ad allungare, con il campione del mondo che girava a tutta. Al via del terzo giro Laverty aveva circa 1″ su Van der Mark, mentre Rea aveva già nel mirino la seconda posizione. Come prevedibile Rea, all’ottavo giro ha infilato all’ingresso di curva 3 il leader della gara. Laverty, ha provato a non perdere troppo terreno, gestendo il vantaggio su Davies e  Van der Mark, ma a 10 tornate dal termine è andato in crisi con gomme e moto, venendo poi superato senza alcun problema dall’irlandese della Ducati.
Gli ultimi chilometri di gara sono stati una passerella per Rea, secondo posto per Davies, terzo per Laverty che ha difeso con i denti il gradino più basso del podio nonostante il forcing finale di Lowes.

CLASSIFICA WSBK:

  1. JONATHAN REA Kawasaki 320 
  2. CHAZ DAVIES Ducati 245 
  3. MICHAEL VAN DER MARK Yamaha 215 
  4. TOM SYKES Kawasaki 196 
  5. ALEX LOWES Yamaha 183 
  6. MARCO MELANDRI Ducati 168 
  7. XAVI FORES Ducati 154 
  8. TOPRAK RAZGATLIOGLU Kawasaki 91 
  9. EUGENE LAVERTY Aprilia 89 
  10. JORDI TORRES  MV Agusta 80

Prossimo appuntamento:
Il Mondiale Superbike,  è pronto a trasferirsi a Misano Adriatico per il Gran Premio Riviera di Rimini che si disputerà nel weekend del 6-8 luglio e che anticiperà la lunga sosta estiva che si concluderà a metà settembre con il Gran Premio del Portogallo a Portimao. Nel paddock è forte la sensazione che il titolo iridato sia già in ghiaccio e il nordirlandese della Kawasaki farà di tutto per confermarla. Sicuramente Rea proverà a chiudere i conti già sul circuito intitolato a Marco Simoncelli.

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment