Menu
Evo One Minus

SHARK EVO ONE Apribile Tecnologico

SHARK EVO ONE Astor 2017

VIDEO RECENSIONE

MONTAGGIO PINLOCK

 

La casa francese Shark Rivoluziona co il suo brevetto il sistema di apertura/chiusura della mentoniera nel segmento dei caschi apribili.

DSCF0504

Il modello EVO ONE, in prova in grafica Astor, si snellisce rispetto al modello EVOLINE, concentrandosi molto sulla sua aereodinamicità sia chiuso che aperto, oltre alla doppia omologazione JET/INTEGRALE.

La calotta in resina è realizzata con il metodo a iniezione, una forma molto più compatta come già accennato, in due taglie strutturali. Con le diverse taglie di interni si completa la gamma dalla XS alla XL. Mantenuto il visierino parasole a scomparsa, con grado UV380 ampio e protettivo, comandabile da una levetta posta in cima al casco.

DSCF0497

 

Da INTEGRALE a JET

In posizione Integrale per i climi freddi è possibile utilizzare un sottogola magnetico estraibile. Tre le prese d’aria, la prima sulla mentoniera e due prese indipendenti sulla parte superiore, tutte comandabili singolarmente.

DSCF0508DSCF0503
Con la pressione del monocomando sulla mentoniera, la stessa si sgancia sollevando un minimo la visiera e consentendole di aprirsi completamente in autonomia durante lo scorrimento per portare sulla nuca in aggancio proprio la mentoniera e trasformare l’EVO ONE in Jet.

DSCF0507

Il jet è così molto aereodinamico, e può utilizzare indipendentemente sia il visierino Parasole. La visiera è dotata del sistema Pinlock MaxVision, in dotazione l’antifog, che aiuterà la guida durante le condizioni di meteo più favorevoli al fenomeno di appannamento.

DSCF0510

Altra caratteristica di rilievo del modello è la possibilità di intervenire sulla rimozione della visiera utilizzando una piccola leva, come per esempio una penna, così da sganciare i due perni di fermo (uno per lato) dalle guide. Sia Visiera che visierino parasole hanno ricevuto il trattamento antigraffio.

E’ proprio il meccanismo di guida della visiera che rende l’EVO ONE un casco molto interessante. Durante la chiusura della mentoniera per tornare a usarlo come INTEGRALE, se la visiera si trova abbassata, il meccanismo brevettato Auto-UP esegue un movimento inverso a quello della mentoniera, alzandola e evitando che il tutto si “incastri”. Di conseguenza si ha una facile gestione della trasformazione anche durante la guida.
Da notare che la mentoniera in posizione aperta, resta sempre ben ferma grazie al blocco, che richiede però malizia nel riuscire a sbloccarlo con una sola mano.

L’aereodinamica di questo casco è molto studiata, JET o INTEGRALE l’impatto all’aria è minimizzato, e lo spoiler posteriore ne aumenta la stabilità riducendo il DRAG

DSCF0509

Il sistema Autoseal di chiusura della visiera, l’avvicina al casco per andare a combiaciare in modo perfetto sulla guarnizione, garantendo così sia un ottimo isolamento acustico, che idrorepellente.

DSCF0506DSCF0499

Nel reparto “interni” troviamo un cinturino Micrometrico con apertura quick release,che consente di trovare sempre una corretta posizione di chiusura.

DSCF0505

Le imbottiture rimovibili e lavabili adottano un altro brevetto denominato “Easy Fit”, studiato per facilitare l’inserimento degli occhiali grazie a un tessuto pià scorrevole nella zona di passaggio delle aste.

In termini di peso l’EVO ONE è in ottima forma, la SHARK dichiara 1650 di partenza con la XS, mentre su quello in prova (taglia L) 1750, alla nostra bilancia di precizione con antifog montato segnava però soli 1727gr.

DSCF0502

Tantissime grafiche disponibili circa 14 al momento, oltre alle tre basi monocolore bianca nera e nera opaca.

Il Prezzo consigliato di listino è

406,99 Euro per il monocolore

437,99 per le grafiche

About Author

Gianluca Villa

Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato quasi 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment