Menu
20191020_150155

YAMAHA NIKEN GT tutto su quello che mancava…

 

20191022_075832

Yamaha porta in produzione una nuova idea nel settore motociclistico: l’evoluzione ingegneristica dello schema a due ruote anteriori fino a oggi disponibile solo in ambito scooter. Non si limita a rendere l’idea più avanzata, ma lo fa  implementandola in un segmento decisamente molto performante rappresentato dalle moto da oltre 100 cv di potenza.
E proprio durante il nostro test non ci siamo fatti mancare nulla, provando la NIKEN in versione GT su bagnato, umido e asciutto per capire realmente come si comporta.

Inutile negarlo, anche i puristi delle DUE ruote alla fine si pongono la solita domanda: “coma va?”. Così capita spesso di essere avvicinati appena ci si ferma per un rifornimento o a una sosta. La curiosità è normale davanti a un prodotto che non esisteva prima.

Vediamo di spiegare esattamente “come va”, o meglio le sensazioni percepite da una persona abituata alle due ruote, per poi lasciare i dati tecnici a una scheda che, per un prodotto unico e senza un vero e proprio segmento, non trova molto confronti nemmeno all’interno della gamma dello stesso produttore.

2019_yam_lmwtrdx_eu_mdpbm1_det_012-63797Di grande effetto la parte anteriore. che  per proporzioni obbligate pare un vero colosso, l’avantreno sembra creato da un disegnatore fantascientifico per un mezzo futuristico. La doppia forcella ,non regolabile a schema Ackermann (In pratica le ruote anteriori hanno differente inclinazione), permette di raggiungere inclinazioni fino a 45°; non pochi. Il telaio a diamante in traliccio racchiude il collaudato 3 cilindri CP3 da 847 cc e 115 CV a 10.000 g/m, in grado di erogare una di 87,5 Nm a 8500g/m. Il peso complessivo sale a 267 kg ma la velocità resta in linea con quella della Tracer 900 GT da cui deriva, ovviamente con differenti tempi di accelerazione.

20191022_133748

La sella “comfort” della GT fa una certa differenza con la standard, così come quella per il passeggero sopraelevata. Questo piccolo upgrade ergonomico permetterà di viaggiare realmente comodi anche per diverse ore. Di fatto la versione GT arricchisce la dotazione per soddisfare le esigenze di chi affronterà viaggi impegnativi. Troviamo il  parabrezza maggiorato, le manopole riscaldate, la presa 12 V sul cruscotto, oltre a cruise control, valige semi-rigide da 25 litri (purtroppo non entra il casco integrale) e un portapacchi con maniglioni in grado di ospitare un bauletto supplementare (optional). Forse sono proprio le valigie, un po’ piccole e non impermeabili, il punto debole di questa versione. Sono dotate di copertina anti-pioggia, ma francamente delle belle valigie rigide impermeabili come quella della versione GT Tracer 900, avrebbero sicuramente dato un valore aggiunto.

20191022_133544

La posizione di guida è buona, non troppo dritta e con il manubrio che si avvicina al busto, e permette una presa salda anche ai meno alti. L’appoggio a terra invece richiede una buona gamba, anche perché pur essendo una tre ruote, la Niken non resta in piedi a sola. Chi non arriva a 170 cm faticherà a gestire il peso nelle manovre da fermo. Buona la protezione aerodinamica, mentre gli specchietti bassi producono qualche fastidio se avete alle spalle un furgone o un SUV con i fari in posizione più alte di una normale vettura.

20191022_133715

Il Cruscotto LCD è ben leggibile e ricco di informazioni, ma è meno moderno rispetto a quello a colori montato sull’attuale Tracer 900.

2019_yam_lmwtrdx_eu_mdpbm1_det_008-63794

Molti i comandi sul manubrio, non illuminati e disposti non sempre in modo ergonomico. Durante la guida notturna andrete a tentativi per recuperare il tasto corretto, Per fortuna indicatori di direzione e avvisatore acustico sono nelle posizione consueta.

20191022_133730

Una tourer molto sicura

La NIKEN, tengo a precisarlo, non è una moto per andare “forte”; piuttosto una moto molto sicura per andare a velocità turistiche anche su fondi bagnati o dissestati. Il vantaggio delle due ruote da 120/70 su Cerchi ad 15″ (stesse del TMAX), consente di avere un doppio appoggio più sicuro, rispetto a una singola da 17″. Il profilo meno spigoloso e la doppia impronta a terra facilitano il passaggio laterale su dislivelli e riducono drasticamente le potenziali perdite di aderenza.  Stesso discorso sul bagnato, in caso di perdita di aderenza sull’acqua la NIKEN “scivola” sulle due ruote garantendo un recupero più agevole. Il punto debole della catena diventa il posteriore, sebbene gommato 190/55 R17 , ma su questo anello la cura si chiama controllo di trazione.

20191022_133801

Bisogna prenderci davvero la mano, è un simile a una moto ma questo avantreno va capito, per gestire meglio le percorrenze di curva. A molti potrebbe piacere il retrotreno che si produce in perdite di aderenza, ma se usate il TCS in modalità 1 o 2  le reazioni saranno praticamente nulle. Spingendo con il gas il taglio di potenza è abbastanza invasivo e la moto ne risente, con un forte passaggio di pesi all’avantreno. Questo sottolinea ancora una volta come il fantastico tre cilindri di Yamaha montato sulla Niken, spinga sempre e bene! e la stessa deve essere pensata come una sport tourer sicura piuttosto che come una sportiva.

I freni a disco anteriori, da 298 mm con pinze a 4 pistoncini, sono buoni. Se vengono troppo sfruttati, esempio discese con continui stop sui tornanti, tendono a perdere di mordente, non a causa del peso della moto sull’anteriore, ma più per i condotti non in treccia che producono fading.

20191022_133633

Yamaha indica una ripartizione dei pesi del 50%, ma nella guida l’avantreno risulta decisamente più “pesante” rispetto al posteriore. Detto ciò la Niken scorre come su dei binari e gira benissimo anche nel misto e nello stretto. Chiaramente è meno agile in ingresso curva di una 2 ruote, però recupera tutto in percorrenza e nella facilità di chiudere le traiettorie senza doversi “inclinare” troppo, così da poter aprire il gas e uscire dalle curve con maggior spunto.
La dotazione di serie prevede anche una presa  12V a fianco del cruscotto, che resta utile per l’utilizzo di navigatori.

20191022_133556

Il comparto luci è di uno dei più completi e interamente a LED. I grandi fari anteriori  illuminano ampiamente la strada anche in piena notte, consentendo sempre un’ ottima visibilità. Altrettanto efficaci gli indicatori di direzione a tripla luce, integrati negli specchietti.

20191022_133822 20191022_133830

Riassumendo, la NIKEN GT è probabilmente la tourer più sicura presente sul mercato. Una vera macina Km che non teme pioggia e fondi dissestati.  con un’autonomia e un confort capace di farvi stare comodi per ore. Il vantaggio di avere 3 ruote si riflette positivamente anche nei viaggi in coppia, dove il passeggero risulta meno “pesante” nelle manovre a bassa velocità.

disponibile a 15.990,00 € f.c. in due colorazioni NIMBUS GREY, e PHANTOM BLUE (in prova)

La versione base costa 14.990,00 € f.c. in coloracione GRAPHITE

 

Scheda Tecnica

NikenGT

 

 

 

 

 

About Author

Gianluca Villa

Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato quasi 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment