Polini per Vespa 50 4T Euro5

Da Polini una serie progressiva di componenti in grado di donare maggior brio e velocità alla piccola di casa Piaggio

Il rapporto tra Polini e lo scooter più famoso al mondo ha radici solide e continua a segnare l’immaginario collettivo. La Vespa kittata Polini si distingue per lo scatto deciso, in ogni situazione di guida. C’è chi ama la velocità, chi la fluidità di guida, chi la ripresa repentina: Polini Motori apre un ventaglio di emozioni uniche e senza confronto. Come arrivare a questo risultato? La sostituzione della centralina orginale con la “ENGINE CONTROL MODULE” ECM Polini con molle valvole è fondamentale per fare qualsiasi tipo di set up.  
Studiata e messa a punto grazie ai feedback dal reparto corse Polini, l’upgrade della centralina Polini permette la scelta tra 3 diverse mappature, dando così la possibilità all’utente finale di personalizzare ancora di più il proprio mezzo. L’aggiunta delle molle valvole all’interno della confezione permette al limitatore di arrivare sino a 10.000 giri motore con un risultato concreto nella velocità e un aumento delle prestazioni che garantisce una guida più dinamica e fluida.

Mappa 1
Si tratta dello step di montaggio più semplice, in quanto è sufficiente staccare la centralina originale e attaccare l’ECM Polini per Vespa e Liberty 50 4T Euro 5; è infatti una centralina elettronica plug & play immediata nel montaggio. La sola sostituzione permette un aumento del limitatore giri con il motore che passa da 7.500 a 8.100.
Con questa mappatura è possibile mantenere il motore originale Piaggio, ma è consigliabile abbinare il variatore Polini (241.765) e la marmitta Polini (190.0079).
Il montaggio del variatore Hi-Speed permette un piccolo incremento della velocità e dell’accelerazione.
Per una migliore efficienza del motore, Polini suggerisce il montaggio della marmitta Polini Original: realizzata con linee che richiamano quella originale, ha un carattere ricercato, ma allo stesso tempo discreto. Interamente in acciaio, si contraddistingue per la sua incredibile leggerezza.
Con questa mappatura il contachilometri passa da 45 km/h a 50/53 km/h.

Mappa 2
Con la seconda mappatura si entra nel vivo della personalizzazione e si porta il proprio mezzo a un livello più alto. È fondamentale affidarsi a un professionista del settore in quanto si lavora sul motore. Come prima cosa è importante sapere che è necessario cambiare le molle valvole del motore originali con quelle Polini (già incluse nella confezione della centralina), che permettono di portare il limitatore del motore a 10.000 giri senza problemi alle valvole.
Anche questa mappatura funziona con il motore originale, ma Polini consiglia di abbinare il variatore Polini (241.765), la marmitta Polini (190.0079) e il manicotto filtro aria maggiorato Polini (223.0131).
Con questo step si passa dai 45 km/h a 56/60 km/h.

Mappa 3
Arrivati a questo punto manca davvero poco per una vera e propria Vespa dall’animo sprint, con una velocità massima di 70/75 km/h. Se già con la mappa 2 si è fatto un lavoro importante mettendo mano al motore per il montaggio delle molle, con un piccolo step aggiuntivo si può configurare il proprio mezzo con la mappa 3 e avere un lavoro completo al massimo delle performance.
È con la mappa 3, infatti, che si percepisce una chiara e netta differenza.
La base di questo step è il kit cilindro diametro 49 mm che porta il motore a 80 cc circa (140.0223) con i rapporti allungati Polini (202.1424) obbligatori per un risultato ottimale.

About Gianluca Zanelotto 891 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*