TEST Bartubeless, rendere Tubeless le vostre ruote!

Grazie all’azienda Pavese, BartFactory abbiamo potuto mettere alla prova il loro brevetto Bartubeless per rendere realmente tubeless i vs cerchi a raggi, ma solo a certe condizioni.

Specifichiamo che non tutte le ruote a raggi possono diventare Tubeless, questo dipende dalla loro composizione, per cui meglio chiarire subito i concetti base principali, prima di addentrarsi nella recensione vera e propria.
Il sistema Bartubeless si applica a cerchi che hanno nel tunnel centrale il posizionamento dei NIpples, ovvero dove sono intestati i raggi, se avere i raggi che arrivano sulle “spalle” del cerchio e non come in figura, allora il sistema non sarà applicabile.

Il cerchio, oltre a questo dettaglio deve avere la tenuta sul tallone completa per un Tubeless, ovvero il suo HUMP, e non un semplice appoggio come avviene per i cerchi destinati esclusivamente a ospitare una gomma per camera d’aria.

COME DOVE QUANDO?

Dopo le premesse iniziali possiamo procedere con lo spiegare come avviene una trasformazione delle ruote, a partire dalla vs richiesta fino alla riconsegna delle stesse, infine la nostra PROVA sul campo spiegando come abbiamo risolto il ns problema.

Perché ci siamo rivolti a BARTFACTORY?
Tutto è iniziato comprando un set OEM KTM Wheel set codice 6070990104430, garantito come Tubeless ma che, per qualche piccolo motivo, a noi non è risultato perfettamente tale.
Nulla di drammatico in effetti, ma continuavamo a rilevare un piccola perdita che, forse accentuata dagli sbalzi termini del periodo estivo, richiedeva un controllo frequente della pressione a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Per fortuna il set era fornito delle valvole TPMS, così che la moto ci poteva avvisare subito in caso di pressioni non corrette.
Ma noi siamo dei pignoli, cogliendo la palla al balzo e per andare a mettere alla prova il sistema BARTUBELESS ovviamente.

Spieghiamo in principio come sono le ruote TUBELESS KTM e come funzionano

Vogliamo precisare che le ruote KTM funzionano bene, hanno un prezzo davvero ottimo, e sono garantite come un OEM ufficiale della casa. ma per farvi capire un confronto : Ducati propone il suo set cerchi a Raggi Neri 96380181AA Multistrada V2/V4 senza sensori tpms di listino a 1800 Euro, KTM con i sensori 990,00 (prezzi riferiti a Febbraio 2024)

Il montaggio delle ruote KTM prevede la seguente procedura:
Inserimento della fascia in materiale plastico (rossa) sul cerchio a coprire le intestazioni dei raggi

Applicazione della Fascia in gomma nella sede centrale. Questo elemento deve essere correttamente inserito nelle sedi spingendo il profilo esterno.

Insieme all’installazione delle valvole, se avete anche i TPMS, ricordarsi di memorizzare i codici per capire quale sarà posizionata all’anteriore e quale al posteriore.

In seguito un concessionario KTM potrà aggiungere il codice delle valvole alla centralina, la KTM 1290 SAS può gestire 4 codici, ovvero due set di ruote Tubeless.

Facendo analizzare questo sistema da un tecnico, questi ci ha segnalato che con questa configurazione, non essendo la guaina rigida e ferma in posizione, si potrebbero verificare ristagni di umidità nella zona tra i nipples e la sede del raggio, dando origine a possibili contaminazioni. Noi non abbiamo rilevato questo inconveniente controllando il tutto a seguito dello smontaggio delle guanie dopo 7 mesi di uso intenso e anche in condizioni di pioggia.

Ora il vs cerchio dovrebbe essere Tubeless, nel nostro caso abbiamo riscontrato che, seppur il montaggio fosse stato fatto da un’officina KTM, la gomma posteriore non aveva un’ottima tenuta, richiedendo un controllo pressione ogni 15gg.
Sia chiaro, non è un dramma questa perdita, ma ci siamo chiesti se si potesse fare di meglio, motivo per il quale abbiamo pensato a BARTUBELESS.

Contattato BARTFACTORY, ci è stata proposta la possibilità di scegliere due opzioni:
– andare direttamente in azienda consegnare i cerchi e conoscere Stefano, farci una bella infarinatura sul mondo delle ruote a raggi, scoprire le ruote che loro stessi producono.
– Chiedere il KIT di spedizione, spedirli e poi riceverli a lavoro eseguito direttamente a casa. Nello specifico Vi viene mandato al vostro domicilio un kit di imballo ruote con tutte le protezioni al costo di 15,00 Euro. poi potrete far passare il corriere a ritirarle, BARTFACTORY ve le riconsegnerà a lavoro finito, ci vogliono circa 10gg.

Noi abbiamo ovviamente scelto la prima!

IN BARTFACORTY SI È APERTO UN MONDO!

Arrivati in azienda, Stefano ci ha subito accolto introducendoci in un mondo di veri artigiani e appassionati, la tipica azienda italiana che a noi piace moltissimo.

Analizzati i cerchi da occhi esperti, ci è stato spiegato per filo e per segno come risolvere ogni piccola anomalia e rendere questo prodotto TUBELESS 100%, confermando che il materiale di cui sono fatti i cerchi è un prodotto in alluminio di lega morbida, per cui soggetto a deformazione in caso di urti, ma anche più facilmente riparabile.
Chiariamo che questo non è il motivo della ns piccolissima perdita, dovuta principalmente alla tenuta del sistema applicato sui raggi nel canale centrale.

BARTUBELESS COS’ È ESATTAMENTE?

Come detto il brevetto consiste nell’applicazione di una guaina polimerica nel canale centrale del cerchio, tramite diversi processi che richiedono qualche gg. Alla fine di questo trattamento il cerchio presenterà un canale completamente ricoperto da questo materiale . La tenuta sarà verificata e controllata, godendo di una garanzia di 4 anni da parte del costruttore salvo manomissioni o usi impropri.

Nella figura vediamo esattamente il principio applicato a un cerchio

LA MANUTENZIONE?

Oltre alla normale manutenzione di un cerchio a raggi, ovvero la pulizia o al massimo il registrare la tensione dei raggi. Possiamo incappare in una straordinaria dove viene richiesto un cambio di uno o più raggi, o la raddrizzatura del cerchio stesso. Nel secondo caso non dovrebbe essere necessario intaccare il sistema BARTUBELESS, come invece succede nel primo.

BARTUBELESS offre il KIT di riparazione, che permette di togliere il materiale necessario per sfilare e sostituire il raggio, e riparare il materiale come avviene una riparazione ad esempio per una camera d’aria.

QUANTO COSTA?

il solo costo di applicazione del sistema BARTUBELESS a un cerchio e di 98,00 Euro +iva, a questo dovrete aggiungere la spedizione e/o l’imballo ( 15 Euro di kit spedizione + 70 di spedizione), e ovviamente il KIT di Riparazione che noi vi consigliamo vivamente.

LA PROVA

Sono passati ormai un po’ di mesi, e possiamo dirvi che il sistema ha reso davvero i cerchi con una tenuta ottima, al pari di quelli oem originali in lega. Non abbiamo più sofferto di perdite di pressione così evidenti, e il normale controllo si è limitato giusto ad un periodo normale, salvo quando si interviene per diminuire la pressione per off, e poi riportarla a valori stradali.

BARTUBELESS è un sistema davvero unico, fatto con dovizia, e non fai da te con spesso problemi di affidabilità. Considerate che un problema al cerchio spesso, a seconda dell’entità, può rovinare anche una semplice escursione.

La moto non cambia nella guida, ma abbiamo riscontrato un vantaggio, che non è da poco, ovvero il peso. Le ruote OEM con il sistema KTM pesavano rispettivamente 6,97Kg la posteriore da 17″ e 5,53Kg l’anteriore da 19″.

Con il sistema BARTUBELESS siamo passati a 5,56 Kg l’anteriore, in pratica nessuna differenza ma sul posteriore 6,52Kg. in questo caso la differenza è di ben 4 etti, che su un cerchio sono davvero tanti.

Per cui possiamo anche a dire che nel caso della ruota posteriore si ha un vantaggio in termini di peso, non solo di corretta tenuta stagna.

Il sistema ha un ulteriore vantaggio rispetto a quello offerto con il KIT OEM, non si sposta e resta ben saldo. La fascia in gomma inserita nel cerchio potrebbe invece subire uno spostamento, soprattuto in fase di montaggio di un pneumatico nuovo, se non si presta attenzione.

La funzionalità delle ruote di fatto non cambia, per quanto riguarda la guida, tranne il piccolo vantaggio del minor peso sulla posteriore. per cui non è un sistema che stravolge la dinamica della moto.
I vantaggi sono tutti rivolti alla miglior fattura di un cerchio, per ogni uso, dando sicurezza e una minor problematica derivante da piccoli difetti che potrebbero verificarsi.

Se volete andare oltre al sistema BARTUBELESS, la BARTFACTORY offre una gamma di ruote ad alte prestazioni, consigliate a chi vuole affrontare percorsi più offroad e impegnativi, con cerchi ad alta resistenza, Vi ricordiamo che anche qualche team ufficiale presente alle gare marathon dakariane si avvale proprio di questi prodotti.

Se avete intenzione di fare questo upgrade alle vostre gomme, chiamate Stefano e dite che vi siete convinti dopo averci letto, lui sicuramente vi tratterà bene.

Informazioni su Gianluca Villa 836 articoli
Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato oltre 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*