Menu

Monza: 3 ore Blancpain GT Series

Audi in trionfo davanti alla Mercedes in un’avvincente 3 Ore di Monza
Testi e foto di Valerio Origo
Colpi di scena continui dal semaforo verde alla bandiera a scacchi. Ha vinto la vettura numero 1 R8 LMS di Riberas/Vanthoor/Mies precedendo due AMG della casa di Stoccarda. Ferrari a lungo in testa costretta al ritiro. Un weekend di intense emozioni per tanti appassionati: nei tre giorni, 22.000 le presenze al Monza Eni Circuit.

3 ORE BLANCPAIN ENDURANCE CUP
Cinquanta macchine al via della partenza lanciata, 9 case costruttrici diverse nelle prime file, un grande equilibrio di valori, con le prime 15 posizioni racchiuse in meno di mezzo secondo dopo le prove. In prima fila la Ferrari 488 numero 72 della SPM Racing con lo spagnolo Miguel Molina primo dei tre piloti che si avvicenderanno al volante, affiancata dalla Jaguar G3 dell’Emil Frey Racing affidata allo svizzero Alex Fontana, il gruppone ha affrontato la Prima Variante passando indenne il primo insidioso collo di bottiglia.

 

Dopo alcuni giri sono iniziate le prime schermaglie, in cui tutti hanno cercato la miglior posizione possibile, quando il gruppo ha cominciato a sgranarsi anche le posizioni si sono stabilizzate. Il capofila Molina ha provato invano l’allungo a colpi di giri veloci. Le posizioni di media e bassa classifica si alternano, ma senza grossi colpi di scena.
Allo scadere di 65 minuti, sono iniziate le soste ai box per il cambio pilota, cambio gomme e rifornimento, le prime posizioni sono rimaste le stesse: Aleshin (Ferrari) che ha rilevato Molina sempre in testa, seguito dalla Mercedes ora affidata a Stolz e dalla Jaguar sulla quale, al posto di Fontana, è passato Zaugg.

La gara si infiamma dopo un’ora e mezza, le prime cinque vetture sono racchiuse in poco più di 10″. La Ferrari viene rallentata dai doppiaggi ed è avvicinata pericolosamente dalla Mercedes di Buhk: il loro duello è appassionante, curva dopo curva. Prima delle ultime soste programmate ai box, la Mercedes riesce a superare la Ferrari alla Parabolica. Dopo la girandola di cambi pilota, racchiusi in meno di 5″: al comando la Mercedes di Goetz seguita dall’Audi di Dries Vanthoor (ex Riberas) e la Lamborghini di Christian Engelhart (ex Caldarelli). La Ferrari di Rigon è solo settima, ha problemi, perde terreno e si ritira al 68° giro. Vanthoor spinge e inanella una serie di giri sempre più veloci. Inizia una serie di sorpassi e controsorpassi fra Mercedes e Audi, che hanno portato alla fine l’Audi al comando.
I doppiati hanno reso il finale e la battaglia per il terzo posto ancor più elettrizzante, una gara che ha tenuto tutti con il fiato sospeso dalle prime alle ultime battute. Affermazione Audi, seguita da due Mercedes, poi Lamborghini e Jaguar.

LE ALTRE GARE
Nella Formula Renault Eurocup la Gara del sabato ha visto trionfare Yifei Ye del Josef Kaufmann Racing (primo cinese a vincere nella storia della Formula Renault). Gara2 molto movimentata con doppia safety car: ha vinto Lundgaar alla media di 170.2 km/h, davanti al nostro Colombo e Defourny.

In Gara2 del Lamborghini Super Trofeo pronto riscatto dell’equipaggio Imperiale Racing formato da Vito Postiglione e dal polacco Karol Basz che dimenticano così lo sfortunato sabato che li ha visti cedere la vittoria a pochi chilometri dalla linea del traguardo. Si sono affermati con un netto vantaggio alla media di 172.7 km/h, secondo l’equipaggio composto dal britannico James Pull e dal tedesco Kelvin Snoeks  per Bonaldi Motorsport, mentre il terzo gradino del podio è andato ai vincitori di Gara1, Giacomo Altoè e l’olandese Job Van Uitert (Antonelli Motorsport).

Alla media di 186.5 km/h Mario Cordoni (Ferrari 488 AF Corse), si è imposto nella Main Race del Blancpain GT Sports Club. Ha preceduto il saudita Karim Ojjeh (BMW M6 Boutsen Ginion) e il tedesco Coach McKansy (Lamborghini Huracan Hp Racing).

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment