Menu

MXGP: Prove di fuga per Herlings

Bis anche in terra lusitana per JH84
Tony Cairoli solamente secondo

Testi e foto di Valerio Origo
L’olandese Jeffrey Herlings (Ktm) classe 1994, sulla terra rossa di Agueda, ha messo in mostra una straordinaria superiorità psico-fisica. Seconda doppietta consecutiva e dopo soli cinque round ha già preso il largo nel Mondiale MXGP 2018, +16 sul nostro Cairoli.
Gara1
dominata sin dalla prima curva, dal leader della classifica generale, un avversario davvero ostico per TC222 che ha concluso al secondo posto +6.2″. Il campione siciliano ha sbagliato la partenza, ritrovandosi invischiato nelle posizioni di rincalzo, poi si è reso protagonista di una rimonta con duelli davvero serrati, come sempre risolti a suo favore. Al terzo posto si è classificato Tim Gajser (Honda), superato da Cairoli proprio in extremis, mentre il belga Clement Desalle (Kawasaki) dopo un buon avvio è stato costretto al ritiro per problemi tecnici.
Gli altri italiani: Alessandro Lupino (Kawasaki) ha chiuso 15esimo a 1’47” dalla vetta e Ivo Monticellli (Yamaha) 22esimo a un giro.

Tony Cairoli (KTM), nove volte Campione del Mondo

Tony Cairoli (KTM), nove volte Campione del Mondo

Gara2, è durata giusto il tempo di un paio di curve, poi il leader del mondiale ha salutato la compagnia imprimendo alla gara un ritmo vertiginoso. Girando mediamente 2″ più veloce del nove volte Campione del Mondo, l’olandese ha scavato tra sè e il suo immediato inseguitore un distacco impressionante 34.3″. Il belga Clement Desalle (Kawasaki) completa il podio, riscattando il ko tecnico di Gara1 .
I nostri portacolori: 14° Alessandro Lupino a 2’06”, 21° Ivo Monticelli (Yamaha) ad un giro.

Il Gran Premio del Portogallo è stato vinto dal fenomeno olandese Jeffrey Herlings, davanti a un’ottimo Tony Cairoli e dallo sloveno Tim Gajser finalmente recuperato fisicamente.

CLASSIFICA DEL MONDIALE MXGP:
1) Herlings J. (NED) Ktm                 p.ti 241
2) CAIROLI A. (ITA) Ktm                 p.ti 225
3) Febvre Romain (FRA) Yamaha   p.ti 169
4) Desalle C. (BEL) Kawasaki           p.ti 165
5) Paulin G. (FRA) Husqvarna         p.ti 147
6) Coldenhoff G. (NED) Ktm            p.ti 140
7) Van Horebeek J. (BEL) Yamaha p.ti 132
8) Gajser Tim (SLO) Honda             p.ti 113
9) Seewer Jeremy (SUI) Yamaha    p.ti 110
10) Nagl M. (GER) TM                       p.ti  88

Il diciassettenne spagnolo Jorge Prado Garcia (KTM)

Il diciassettenne spagnolo Jorge Prado  (KTM)

Nella MX2 il giovanissimo iberico Jorge Prado, in sella alla sua KTM, ha vinto entrambe le gare del GP di Portogallo. Lo spagnolo si è così portato a -14 punti di distacco in classifica generale dal lettone Pauls Jonass Campione Mondiale in carica, compagno di marca che dopo il secondo posto in gara1 (a 4.8″ da Prado) ha avuto delle difficoltà in gara2 concludendo in settima piazza. Il terzo posto di gara1 è tutto dell’australiano Jed Beaton su Kawasaki (a 6″). In gara2 Prado ha preceduto in ordine il tedesco Thomas Kjer Olsen su Husqvarna per 3″e  il britannico Ben Watson della Yamaha.
I rider azzurri: 12° Cervellin Michele (Honda), 14° Bernerdini Samuele (TM), 21° Furlotti Simone (Yamaha), 23° Lesiardo Morgan (Ktm), 32° Bertuzzi Nicola (Ktm).

Si è svolta anche la prova valida per il Mondiale Motocross femminile (WMX), la neozelandese Courtney Duncan (Yamaha) ha vinto il GP di Portogallo con una doppietta. L’oceanica si è portata così al comando della classifica generale con 3 punti di vantaggio sulla tedesca Larissa Papenmeier (Suzuki), oggi seconda attardata di otto secondi dalla rivale. La campionessa mondiale in carica, Kiara Fontantesi (Yamaha), ha chiuso in terza posizione riuscendo così a salire sul gradino più basso del podio. Ora l’azzurra è quarta in classifica generale a +16 punti dalla Duncan.

Il prossimo appuntamento con le ruote dentate e con i nostri lettori è per il 1° maggio con il GP di Russia

 

 

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment