Dakar 2016: Peterhansel e Peugeot nella leggenda

Ventisei anni dopo il suo ultimo successo, PEUGEOT vince la Dakar per la quinta volta nella sua storia. La PEUGEOT 2008 DKR, 2 ruote motrici, trionfa con il suo equipaggio più titolato, Stéphane Peterhansel/Jean-Paul Cottret.

Per PEUGEOT, questa vittoria completa un palmarès sportivo già ricco di quattro successi alla Dakar, conquistati in Africa tra il 1987 e il 1990, e di numerosi trionfi in varie gare come la 24 Ore di Le Mans, Pikes Peak o il WRC.
Questa vittoria rimarrà un evento importante nell’albo d’oro di PEUGEOT, che è riuscita ad imporsi già alla sua seconda partecipazione in Sud America. 3 PEUGEOT 2008 DKR sono arrivate al traguardo.
Un simile risultato complessivo non sarebbe mai stato possibile senza alcuni memorabili episodi di aiuto reciproco tra gli equipaggi e senza il contributo dei meccanici del team, veri e propri eroi nell’ombra. Autore di una bellissima corsa nella sua seconda partecipazione sulle quattro ruote, Cyril Despres (che ha contribuito a una delle 7 doppiette) si è improvvisato spontaneamente angelo custode dei suoi compagni di squadra, soccorrendoli in alcune occasioni.

Peugeot Dakar 2016 4

« MONSIEUR DAKAR » HA COLPITO ANCORA
Mettendo in campo tutta la sua esperienza, la coppia Peterhansel / Cottret è salita sul gradino più alto del podio aRosario. E’ la sesta vittoria comune per quest’equipaggio e questo successo è il 12° per Stéphane Peterhansel, già 6 volte vincitore con le moto. 25 anni dopo il suo primo successo, migliora ulteriormente il suo record e conferma senza ombra di dubbio la sua fama di « Monsieur Dakar » !

Con 9500 km da percorrere in due settimane, tra l’Argentina e la Bolivia, in balia ai capricci del tempo, e ad altitudini che arrivano fino a 4800 m, il Team Peugeot Total ha accettato una sfida durissima, con uno dei “commando” più impressionanti mai visti alla partenza della prova. Gli equipaggi del 2015, che insieme hanno ottenuto 17 vittorie alla Dakar, Stéphane
Peterhansel/Jean-Paul Cottret, Carlos Sainz/Lucas Cruz e Cyril Despres/David Castera sono stati raggiunti dai 9 volte campioni del modo rally Sébastien Loeb/Daniel Elena, al grande debutto in questa mitica prova.

Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport: « Il bilancio supera le nostre aspettative, perché siamo venuti qui per mostrare le prestazioni della vettura. Abbiamo corso benissimo durante tutto il rally in tutti i tipi di condizioni. Questo è il segno
che abbiamo vinto la scommessa tecnica che avevamo fatto. Abbiamo avuto qualche piccolo problema tecnico, il che ci fa pensare che la nostra PEUGEOT 2008 DKR abbia ancora un margine di progresso da sfruttare. Siamo contentissimi di questo risultato e speriamo di poterlo confermare l’anno prossimo ottenendo – perché no? – una tripletta! ».

Peugeot Dakar 2016 3

Stéphane Peterhansel (pilota della PEUGEOT 2008 DKR vincitrice): « E’ una soddisfazione enorme. Prima della partenza, un simile risultato era lungi dall’essere garantito. Avevo la sensazione che la squadra fosse ancora un po’ giovane ma tutto è andato benissimo. Abbiamo avuto la bella sorpresa di avere una vettura competitiva nelle speciali tipo WRC. Ho cercato di mantenere il contatto con Carlos e Seb in quei momenti, perché sapevo che erano più veloci.
Abbiamo fatto una corsa pulita, con una giornata di forte attacco, e ci siamo ritrovati in testa con un vantaggio molto comodo da gestire: 50 minuti a tre giorni dalla fine. Dopo, abbiamo messo in atto una gestione intelligente. Ho sognato tanto di poter guidare per Peugeot quando disputavo le mie prime Dakar in moto, e far parte di questa squadra e farla vincere è per me una superba soddisfazione. »

LE CIFRE CHIAVE
• Vittorie di tappa: 9 su 13 per le PEUGEOT 2008 DKR (tappe 2, 3, 5 e 13 per Loeb/Elena;
tappe 4, 6 e 10 per S. Peterhansel; tappe 7 e 9 per C. Sainz).
• Leader successivi: S. Loeb (tappa da 2 a 5 e tappa 7), S. Peterhansel (tappe 6 e 8 poi tappa
da 10 a 13) e C. Sainz (tappa 9).
• Vittorie di Stéphane Peterhansel alla Dakar: 1991, 1992, 1993, 1995, 1997, 1998 (moto) ;
2004, 2005, 2007, 2012, 2013, 2016* (auto)

Classifica finale provvisoria*
1. Stéphane Peterhansel (FRA)/Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, 45h22min10s
2. Nasser Al-Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini, +34min58s
3. Giniel De Villiers (ZAF)/Dirk Von Zitzewitz (DEU), Toyota, +1h02min47s
4. Mikko Hirvonen (FIN)/Michel Perin (FRA), Mini, +1h05min18s
5. Leeroy Poulter (ZAF)/Robert Howie (ZAF), Toyota, +1h30min43s
7. Cyril Despres (FRA)/David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, + 1h49min04s
9. Sébastien Loeb (FRA)/Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +2h22min09s
* con riserva di appello

About Gianluca Zanelotto 892 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*