Dakar 2016, (super)Team Peugeot: Peterhansel, Sainz, Loeb e Despres

Le quattro PEUGEOT 2008 DKR e gli equipaggi del Team Peugeot Total sono pronti ad affrontare i 9583 km di avventura e di polvere che gli riserverà il percorso della Dakar 2016 al via ufficiale sabato 2 gennaio.

Appena sbarcate dall’aereo, le PEUGEOT 2008 DKR hanno effettuato un collaudo finale di alcuni chilometri nella base test di Arawak, a nord-ovest di Buenos Aires. Ognuno dei quattro equipaggi si è messo al volante della propria vettura, già completa del numero di gara. Stéphane Peterhansel/Jean-Paul Cottret (n°302 / presa d’aria gialla sul tetto), Carlos Sainz/Lucas Cruz (n°303 / blu), Sébastien Loeb/Daniel Elena (n°314 / bianca) e Cyril Despres/David Castera (n°321 / rossa) hanno effettuato le ultime regolazioni sulle loro PEUGEOT 2008 DKR.

Prima di prendere il via della tappa inaugurale di domenica, gli equipaggi avranno moltissimi impegni. Infatti saranno convocati venerdì 1° gennaio alle h. 10.30 per superare le verifiche tecniche e amministrative, una formalità indispensabile durante la quale le quattro PEUGEOT 2008 DKR otterranno l’autorizzazione ufficiale degli organizzatori. Da quel momento, i V6 turbodiesel delle 2008 DKR16 saranno presto messi in moto.
Sabato 2 gennaio, dopo la cerimonia di partenza, i concorrenti parteciperanno a un prologo di
11 km. Sarà una fase iniziale non del tutto insignificante perché conterà per la classifica generale e, soprattutto, determinerà l’ordine di partenza della prima tappa che si svolgerà il 3 gennaio da Rosario a Villa Carlos Paz.

Stéphane Peterhansel (n°302)
« L’anno scorso c’era già una bella atmosfera all’interno del team, ma quest’anno la
squadra è ancora più affiatata. Tutti sentono che abbiamo un buon potenziale, una bella
squadra. Ovviamente, in questa fase siamo tutti un po’ nervosi, ma la sensazione è molto
migliore dell’anno scorso in cui avevamo dovuto annullare lo shakedown a causa delle
condizioni meteo. In questo caso, dopo lo shakedown di oggi, abbiamo fiducia nelle potenzialità della
macchina e affronteremo la corsa con maggiore serenità, anche se il percorso non è quello che ci
aspettavamo ».

Carlos Sainz (n°303)
« Per ora va tutto bene. Aspettiamo solo il primo giorno di gara. Abbiamo tenuto conto degli
insegnamenti dell’anno scorso e la vettura è molto migliorata. Questo non ci dà nessuna
garanzia in termini di risultati, ma dimostra che siamo meglio preparati. Ne l la Dakar
l’affidabilità è fondamentale e vedremo come si comporterà la vettura. I test sono andati bene,
ma dobbiamo essere prudenti, tanto più che l’inizio del percorso non è affatto ideale per una
vettura a due ruote motrici come la 2008 DKR ».

Sébastien Loeb (n°314)
« E’ la mia prima Dakar, quindi non posso dire di essere molto fiducioso. Sono cosciente del fatto
che io e Daniel partiamo senza avere alcuna esperienza di questa prova. Non sarà facile, ma
siamo qui per imparare tutto. Cerco di non mettermi troppa pressione addosso per questo
motivo. Affronteremo le situazioni così come si presenteranno senza forzarle, e vedremo dove
arriveremo. E’ stimolante ritrovarsi nella condizione di debuttante. Bisogna rimettersi in
discussone. Mi sento a mio agio nella vettura e sono impaziente di vedere come saranno le
speciali da 500 km e le giornate da 1000 km con il caldo e tutto quello che ne consegue. Sono
impaziente di scoprire tutto questo! »
Cyril Despres (n°321)
« Ho un atteggiamento estremamente zen, ben lungi dalla tensione che avevo addosso quando
dovevo difendere il n° 1 sulla moto. I miei primi giri di ruote durante lo shakedown sono andati
benissimo. Per me è fondamentale perché il prologo di sabato sarà importantissimo. Determina
l’ordine di partenza e ho mangiato talmente tanta polvere l’anno scorso, durante la mia prima
partecipazione sulle quattro ruote, che non ho davvero voglia di rivivere quest’esperienza. E poi,
la nuova 2008 DKR è talmente facile da guidare per me! Sarà la mia prima gara al suo volante e
non vedo l’ora di divorare i chilometri! »

About Gianluca Zanelotto 889 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*