INSTA360 X4 Come usarla in moto?

Dopo aver usato per un anno la INSTA360 X3, abbiamo approfittato dell’uscita della nuova versione, la X4 per fare una guida rapida su come è utile fare le riprese a 360 gradi in moto.
Questo video che vi proponiamo è un primo capitolo di come si possono sfruttare le caratteristiche di questa action camera .

Il mondo delle due ruote è sicuramente ricco di video amatori, che si divertono a riprendersi nelle loro esperienze di guida, tra viaggi in scenari bellissimi, a semplici riprese i nsoggettiva per rivivere le proprie avventure.

Le action cam sono entrate a far parte di questo mondo da molto tempo, via via aumentando risoluzione, capacità ottiche, stabilizzazioni etc. fino ad arrivare a lei la INSTA360 X4, capace di fare riprese a 360gradi, anzi di più perché le riprese sono in tutte le direzioni, e raggiungere risoluzioni di 8K.

Abbiamo quindi deciso di dare un paio di “dritte” a chi vuole iniziare ad usarla per fare delle riprese, e capire se effettivamente c’è possibilità di aumentare in meglio le proprie avventure, per poi ovviamente riviverle in video da soli o con il mondo.

Come detto, abbiamo usato il modello precedente per un anno, e ci siamo fatti un po’ di esperienza al fine di tradurre in pochi e semplici consigli, su come usare questa action cam. Vi daremo anche dei consigli su come non “distruggerla”, perché spesso succede di incappare in qualche piccolo errore.

Se poi avrete consigli, suggerimenti, domande, stiamo già preparando un sequel, tipo INSTA360 X4 lil ritorno, giusto per fare ancora meglio!

Cosa aspettate? andate a vedervi questo video e poi ci direte.

Informazioni su Gianluca Villa 836 articoli
Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato oltre 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*