Lorenzo con Yamaha addio non arriverà a 10, per ora…

E’ ufficiale, come tutti i segreti di pulcinella dove alla fine la verità arriva a galla, Jorge Lorenzo comunica l’addio a Yamaha, per passare alla Rossa di Borgo Panigale.

Il Maiorchino può motivare con molti argomenti la sua scelta; Una stretta e oramai scomoda condivisione del box con un ingombrante personaggio mediatico come Valentino Rossi, una ricerca di nuove motivazioni dopo aver vinto e soggiornato tanto con la casa di Iwata, nell’intento di andare a vincere in uno scenario dove proprio Rossi non fu fortunato ( sebbene in altre condizioni ), non ultima la ricca e golosa offerta economica che arricchisce un piatto con quella sostanza che oggi fa sempre molta differenza.

Ducati è competitiva, Grazie anche al bellissimo lavoro messo in campo dai suoi tecnici capitanati da Luigi Dall’Igna, dai suoi piloti e collaudatori e dai suoi sponsor, molto più di quando anni fa Rossi approdò alla corte di Preziosi.

Lorenzo non deve dimostrare nulla, oggi ha nel suo carniere 5 titoli mondiali due in 250 e tre in MotoGp con Yamaha, ultimo ottenuto proprio lo scorso anno contro il Dottore, anche se contornato di molte polemiche.

C’è da dire che è troppo presto per fare un comunicato del genere, cosa succederà oggi nel team sapendo che proprio lui non sarà più della compagnia? Yamaha si ritrova come quando Rossi se ne andò (ancora convalescente del grave infortunio), sarà gestita con lo stesso “stile”?, e questo potrebbe favorire ancor più gli avversari, Marquez in primis ?

Per un Lorenzo che va quasi sicuro l’arrivo di Vinales dalla Suzuki, benvoluto da Rossi a quanto pare, in Ducati si dovrà decidere tra i due piloti, il metodico Dovizioso e l’esuberante Iannone. Sono iniziate le danze per il mercato, e ripeto, siamo solo all’inizio della quarta gara

About Gianluca Villa 645 Articles
Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato oltre 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*