LS2 Pioneer

LS2 entra nel mondo dei caschi dedicati prevalentemente agli utenti delle maxi enduro e lo fa con un prodotto molto interessante soprattutto per chi in fuoristrada ci va veramente e vuole un prodotto caratterizzato da un ottimo rapporto prezzo/prestazioni. Si chiama Pioneer MX436 ed è strettamente derivato dal modello offroad testato da numerosi piloti di enduro, cross e rally, dal quale eredita le caratteristiche e la grinta abbinandole però alla praticità di una visiera full face e di uno schermo parasole interno per renderlo più adatto a un utilizzo anche su strada.
La calotta esterna, realizzata in 3 taglie, è una miscela di policarbonato e fibre specificamente formulata per LS2. È abbinata a una calotta interna in EPS, anch’essa realizzata in tre diverse misure. La cosa che salta subito all’occhio è la linea, decisamente riuscita e molto aggressiva. Si vede che la base è un casco sviluppato per le competizioni (si noti per esempio il profilo inferiore pensato per integrarsi al meglio col collare protettivo usato dai piloti in gara). Siamo sicuri piacerà moltissimo non solo a chi guida le varie GS, Africa Twin , Tiger e V-Strom, ma anche a chi preferisce le potenti motard stradali.


Come dicevamo in apertura, la principale differenza rispetto al casco racing è la presenza della visiera, antigraffio, resistente agli UV e dotata di trattamento antinebbia. E realizzata in policarbonato di Classe A, è corretta otticamente per una migliore visione. Per garantire una guida ottimale, anche in pieno sole, è presente il visierino interno, che può essere facilmente azionato tramite la leva posta sul bordo inferiore sinistro. L’imbottitura interna, traspirante, asportabile e lavabile, è tagliata al laser è prevede il sistema di sicurezza per la rimozione rapida dei guanciali, utile per facilitare il lavoro dei soccorritori in caso di incidente.

Il Pioneer è dotato di un sistema di ventilazione del flusso d’aria dinamico. La bocchetta sulla mentoniera, regolabile dall’interno, è abbinata a due prese d’aria laterali e a due superiori (tutte a nido d’ape), che assieme alle nervature aerodinamiche caratterizzano esteticamente la calotta. Attraverso le canalizzazioni interne l’aria fresca viene fatta circolare e spinge l’aria umida e calda verso l’estrattore posteriore, celato sotto lo spoiler aerodinamico.
Essendo un casco pensato per il turismo ad ampio raggio il cinturino è del tipo a sgancio rapido con regolazione micrometrica e con piastra metallica di rinforzo per assicurare il sottogola alla calotta. Abbiamo provato il casco per un lungo periodo e ne abbiamo apprezzato il confort e l’ottima visione. Il frontalino molto pronunciato, regolabile e asportabile, è chiaramente ispirato al mondo del cross e dell’enduro e si integra bene con il movimento di rotazione della visiera principale.
Tre le colorazioni al momento disponibili: White Black Red, Black White Titanium e Black White. Il casco è omologato sia Dot che Ece 22 05 e pesa all’incirca 1.350 grammi . Le misure vanno dalle XXS alla 3XL e il prezzo suggerito al pubblico è di 159 Euro.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*