Mini ALL4 Racing: fame di deserto

Quattro vittorie consecutive nel Dakar Rally nel periodo 2012-2015 fanno sicuramente della MINI ALL4 Racing la vettura da battere, nella edizione 2016 della competizione di durata più ricca di azione. Non di meno, il pedigree sportivo ed il
patrimonio di successi da soli non sono sufficienti a garantire alla MINI ALL4 Racing un altro riconoscimento.

La FIA Cross Country Rally World Cup ha dimostrato di rappresentare un terreno di prova ideale per lo sviluppo delle vetture tra i Rally Dakar. In combinazione di terreni impegnativi ed ambiente estremo, dalle polverose feshfesh
nelle temperature torride del deserto alle condizioni prive di grip della Russia gelata ed innevata, le auto hanno sommato migliaia di chilometri di test. E si è trattato di prove che uomini e vetture hanno dimostrato di poter affrontare.

mini-dakar-2016-media-guide-p90203823_highres

I vincitori del Dakar rally 2015, Nasser Al-Attiyah ed il navigatore Mathieu Baumel hanno aggiunto al proprio curriculum anche il titolo 2015 della FIA Cross Country Rally World Cup. Salire sul gradino più alto del podio in Qatar, Egitto, Italia, Ungheria e Marocco ha consegnato alla esperta coppia il successo in campionato. Non sono stati questi, però, gli unici piloti su MINI ALL4 Racing ad avere conquistato il successo nel 2015. Vladimir Vasilyev s Konstantin Zhiltsov si sono garantiti la
vittoria ad Abu Dhabi, Joan ‘Nani’ Roma ed il navigatore Alex Haro hanno assaporato il successo in Aragona (Spagna) e Krzysztof Holowczyc assieme a Lukas Kurzeja ha trionfato nella gara di casa, in Polonia. Al di fuori della FIA World Cup, Orlando Terranova e Bernardo ‘Ronnie’ Graue hanno condotto la MINI ALL4 Racing al successo nella popolare Ruta 40, in Argentina.

Un regime di test così impegnativo, accoppiato a gare competitive, ha fornito una vasta messe di dati ed informazioni vitali nella preparazione del Dakar Rally 2016. Ogni componente è stato perfezionato per garantire all’affidabilità di procedere di
pari passo con la performance, accanto ad una esemplare esperienza di pilotaggio. Sistema frenante, sospensioni e telaio rappresentano uno sviluppo raffinato della prima MINI ALL4 Racing che per la prima volta ha appassionato gli spettatori
quando la MINI ALL4 Racing è stata messa alla prova nel Dakar Rally 2011.

mini-dakar-2016-media-guide-p90203821_highres

La cronistoria

2010

• Viene progettata la La MINI ALL4 Racing.

2013

• Peterhansel conquista la seconda vittoria nella

Dakar per X-raid con la MINI ALL4 Racing.

• Secondo successo consecutivo per MINI ALL4

RACING nella FIA Cross Country Rally World Cup.

• Tre MINI ALL4 RACING si classificano tra le prime

cinque della Dakar.

2011

• La MINI ALL4 Racing debutta nella Dakar 2011.

• Prima vittoria della MINI ALL4 Racing nel Abu Dhabi

Desert Challenge, con Stéphane Peterhansel.

• Stéphane Peterhansel conclude al secondo posto il

Silk Way Rally 2011.

• Filipe Campos vince la Baja Portalegre 500.

2014

• Tre vittorie consecutive alla Dakar per la MINI. Primo successo di

Joan ‘Nani’ Roma con la MINI ALL4 Racing.

• Tutte ed undici le MINI ALL4 Racing arrivano al traguardo finale.

• La MINI ALL4 RACING vince per la terza volta consecutiva la

FIA Cross Country Rally World Cup.

• La MINI ALL4 Racing conquista tutti e tre i gradini del podio,

forse una tripletta storica (stc).

2012

• 5 MINI ALL4 Racing sono iscritte alla Dakar.

• Stéphane Peterhansel ottiene il primo successo complessivo

nel Dakar Rally per l’X-raid team.

• Joan ‘Nani’ Roma conclude al secondo posto, garantendo

un 1-2 alla MINI ALL4 Racing.

• Tutte e cinque le MINI ALL4 Racing concludono tra le

prime dieci.

• La MINI ALL4 RACING vince la FIA Cross Country Rally

World Cup.

2015

• Nasser Al-Attiyah conquista la quarta vittoria consecutiva nella

Dakar con la MINI All4 Racing – Cinque MINI tra le prime dieci.

• Il pilota Krzysztof Holowczyc si classifica terzo al Dakar Rally.

• La MINI ALL4 RACING vince per la quarta volta consecutiva la

FIA Cross Country Rally World Cup.

mini-dakar-2016-media-guide-p90203843_highres

Dopo la prima apparizione, nel 2010, la MINI ALL4 Racing ha poi debuttato nel corso del 2011 nel mondo veloce ed attivissimo della World Cup Cross-Country Rally. Da questo momento è rapidamente cresciuta fino a diventare una protagonista
assoluta, conquistando il titolo della FIA Cross Country Rally World Cup per quattro stagioni consecutive (2012-2015) ed assicurandosi quattro vittorie nella Dakar.Ancora una volta, una di seguito all’altra (2012-2015).

Con la direzione di MINI e di X-raid Germania, la MINI ALL4 è diventata la vettura cross-country rally per eccellenza. Basata sulla splendida MINI John Cooper Works Countryman di produzione, si può ben dire sia emersa come emblematico equivalente
della Mini Cooper S che aveva conquistato il cuore di equipaggi ed appassionati nei primi anni ‘60.
La MINI ALL4 Racing di oggi (o, per essere precisi, le dodici che prenderanno il via nel Dakar Rally 2016) non differisce moltissimo dalla vettura che aveva assaggiato per la prima volta il terreno della Dakar nel 2011. In cinque anni, nessun
cambiamento fondamentale allo châssis o al motore. L’unica variante degna di nota è consistita nell’adattarne il telaio per
far sì che una combinazione di due ruote/pneumatici di riserva potesse essere alloggiata sotto il settore di pilota e navigatore, mentre la terza è collocata nella parte posteriore della vettura. Gli affinamenti successivi ed il lavoro di sviluppo con migliaia di chilometri percorsi in competizioni e nei test programmati ha conferito alla MINI ALL4 Racing la capacità di eccellere in ogni tipo di ambiente di gara, nei cross-country rally su lunga distanza.

1 MOTORE
TwinPower turbo Diesel sei cilindri in linea prodotto dalla BMW Motoren GmbH, Steyr, Austria. Progettato per competizioni di durata, il motore da 2993 cc eroga oltre 320 HP a 3250 rpm, consentendo velocità fino a 178 chilometri/ora con il
regolamentare restrittore da 38 mm. La lubrificazione a carter secco consente di ridurne l’altezza e garantisce la lubrificazione anche in condizioni di gara estreme. Il sistema di scarico Inconel è prodotto dal costruttore specializzato Akrapovič.

2. CAMBIO
Sadev sequenziale a sei rapporti più retromarcia progettato per garantire assoluta affidabilità e peso ridotto. Le marce sono selezionate per mezzo di una leva collocata tra pilota e navigatore. Essendo il cambio sequenziale, la leva viene semplicemente azionata in avanti o indietro per inserire la marcia scelta. Una frizione multi disco, capace di trasmettere la robusta coppia (approssimativamente 800 Nm a 2100 rpm) consente di cambiare senza frizione quando la MINI ALL4 Racing avanza. La MINI ALL4 Racing è equipaggiata con differenziali bloccabili e raffreddati ad olio; Xtranc anteriore, Sadev mediano e posteriore.

3. CHASSIS
La carrozzeria della MINI ALL4 Racing è per la maggior parte costruita in fibra di carbonio/Kevlar, ed è del 9 per cento più larga di quella di una normale MINI John Cooper Works Countryman stradale. L’interno è compatto e sicuro, per garantire il
maggior livello di sicurezza possibile ai due occupanti. Il telaio tubolare è costruito su misura, formato da tubi integrati in acciaio. I materiali impiegati rispondono alle severe norme degli standard aerospaziali, e li sorpassano.

About Gianluca Zanelotto 890 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*