PIRELLI P ZERO TROFEO RS,

IL PNEUMATICO PIÙ SPORTIVO DELLA GAMMA STRADALE SVILUPPATO PER IL PRIMO EQUIPAGGIAMENTO DELLE SUPERCAR, OFFRE PRESTAZIONI IN PISTA E SICUREZZA SU STRADA

Pirelli presenta P Zero Trofeo RS, nuova versione del pneumatico semi-slick realizzato per le case automobilistiche che intendono valorizzare le prestazioni delle vetture dal DNA più sportivo. Come nel caso di Pagani Automobili che per prima ha richiesto una versione specifica del nuovo pneumatico, progettato per la Utopia, la nuova hypercar dell’atelier di Modena.

Nato come evoluzione tecnica del P Zero Trofeo R, il nuovo pneumatico si differenzia dal predecessore anche per il posizionamento di mercato: se il P Zero Trofeo R è destinato agli automobilisti che lo scelgono come ricambio per aumentare le prestazioni della propria vettura in pista, il P Zero Trofeo RS si rivolge in particolare al primo equipaggiamento, offrendo alle case automobilistiche la possibilità di fornire veicoli già pronti per un’esperienza di guida sportiva.

La nuova generazione del semi-slick Pirelli è ancora più performante su asciutto e offre una migliore costanza di rendimento: infatti, anche nell’uso più intenso, le prestazioni si mantengono più a lungo, così da offrire velocità e sicurezza per diverse sessioni in circuito, risultato raggiunto grazie all’esperienza ultracentenaria di Pirelli nelle massime categorie del motorsport. I materiali sviluppati, fra cui in particolare la mescola battistrada, mettono a frutto questo know-how adattandolo alla guida su strada e amatoriale in pista. Essendo un pneumatico omologato per la circolazione stradale e sviluppato per il primo equipaggiamento di supercar e hypercar, gli ingegneri Pirelli si sono concentrati anche sull’offrire sicurezza in condizioni di asfalto bagnato.

IL PNEUMATICO CON LE TECNOLOGIE ON DEMAND

Il reparto R&D di Pirelli ha potuto applicare al P Zero Trofeo RS una serie di tecnologie innovative sviluppate anche grazie alla presenza nel Motorsport e disponibili all’interno di un catalogo on demand, al fine di raggiungere i target definiti dagli OEM per ogni specifica vettura. Fra queste la Multi-compound tread, tecnologia che permette di personalizzare il pneumatico per valorizzare le caratteristiche di ogni auto associando diverse mescole battistrada dal catalogo Prestige di Pirelli. Nel caso della Pagani Utopia, è stato richiesto un set di P Zero Trofeo RS capace di elevare le prestazioni nella guida più sportiva, rispetto al P Zero Corsa di primo equipaggiamento, ma senza compromettere l’equilibrio della vettura e il feeling dato dal guidatore. Compito raggiunto anche grazie alle mescole scelte e in particolare per i pneumatici posteriori è stata scelta la più performante della gamma, capace di dare velocità e sicurezza in pista, facilità e prevedibilità nelle reazioni su strada. Altro elemento innovativo a disposizione degli ingegneri Pirelli è il Virtual Geometry Development che consente, grazie a modelli virtuali, di sperimentare innumerevoli profili e forme dell’impronta a terra così da definire con la massima precisione la risposta del pneumatico alle manovre del guidatore. Nel caso della Pagani Utopia, il processo di sviluppo virtuale è stato ampiamente utilizzato, prima di portare i primi prototipi in pista. Nello specifico, si è lavorato su un’ottimizzazione dell’impronta a terra per offrire più aderenza e controllo.

Il nuovo Pirelli P Zero Trofeo RS è già disponibile per le auto che lo adottano in primo equipaggiamento, e in futuro arriverà anche sul mercato del ricambio con un’ampia gamma.
Il P Zero Trofeo R resterà disponibile su una specifica selezione di misure.

Informazioni su Gianluca Villa 813 articoli
Responsabile Informatico, da anni segue con passione gli sport motoristici Motociclista appassionato fin da giovane, ha accumulato oltre 30 anni di esperienza nella guida delle due ruote, con e senza motore. Dopo una collaborazione iniziale con Motocorse.com è parte integrante del progetto wheelsmag.it. Inizialmente dedito alla guida enduro, si è specializzato nel gestire moto più stradali, colpa della residenza al vicinissimo circuito di Monza. Risiede nell'alta Brianza dove è facile trovarlo in giro sia in bici che in moto tra le colline e il lago di Como. Ha un occhio di riguardo verso la sicurezza stradale soprattutto espressa dagli accessori e dall'abbigliamento.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*