Un 2022 col botto per per Suzuki nel Campionato Italiano Cross Country

Massimo Nicoletti, responsabile tecnico e organizzativo del Suzuki Challenge: “la stagione si è conclusa molto bene. Siamo soddisfatti, Bordonaro oltre al trofeo si è aggiudicato il titolo piloti nel Tricolore, mentre Suzuki il campionato Costruttori. È stato un anno quasi da record

Un 2022 da ricordare per Suzuki, che ha concluso la stagione con il triplice trionfo nel Costruttori del Campionato Italiano Cross Country, anche in quello riservato ai Veicoli di Serie T2, oltre al successo nella classifica Piloti. La casa di Hamamatsu conta quattro vittorie su sei appuntamenti nel corso della serie nazionale dedicata ai fuoristrada. A questi primati si è aggiunta la conferma del Suzuki Challenge, la serie promossa ed organizzata all’interno del massimo campionato, che ha offerto riscontri importanti per tutti i modelli della gamma giapponese, compreso l’ottimo debutto del nuovo Suzuki Jimny in configurazione T2.

A portare a casa il trofeo monomarca è stato Alfio Bordonaro, con doppi festeggiamenti grazie anche alla vittoria nel campionato. Al catanese affiancato da Roberto Briani è bastato un secondo posto siglato nell’ultima gara al Baja delle Marche a metà novembre per laurearsi Campione Italiano, nonché nel Suzuki Challenge davanti a Mauro Cantarello e Andrea Luchini, entrambi a 111 punti. Un risultato non scontato, soprattutto dopo un inizio di stagione in salita su vettura di Gruppo T2. Situazione che si è però ribaltata all’appuntamento mondiale dell’Italian Baja, dove la coppia neo campione ha gareggiato a bordo della Suzuki Gran Vitara di Gruppo T1.

A riguardo Gianluca Zanelotto 913 articoli
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*