Menu
motocross - mxgp Herlings J 2 - ph  Origo V

Mxgp Turchia: Herlings ha prenotato la corona iridata

La conquista della corona iridata è una formalità per l’olandese
Tony Cairoli (2° e 15°) nulla ha potuto allo strapotere del compagno di scuderia
MX2: lotta sempre più serrata per l’iride tra Prado e Jonass

Jeffrey Herlings ha sbaragliato il campo anche in Turchia, conquistando la sesta doppietta consecutiva, tredicesima stagionale, ventottesima stagionale, quindicesimo Gp su diciotto. Numeri statosferici che descrivono la stagione trionfale del tulipano Ktm, a cui anche un nove volte campione del mondo come Tony Cairoli si è dovuto inchinare. JH84 ha portato il suo vantaggio in classifica iridata a +96 ed è pronto a scrivere il proprio nome nell’albo d’oro della top class, sarà sufficiente per lui chiudere in 17esima posizione la prima manche del prossimo GP d’Olanda.

GARA1
Il copione della gara è sempre uguale, con Herlings che si è portato in testa nel primo giro (dopo l’holeshot di Gajser) e gestito il vantaggio sugli inseguitori con maturità ed estrema facilità, dimostrando qualora ce ne fosse ancora la necessità, il suo strapotere fisico. Tony Cairoli non è partito benissimo, inserendosi alle spalle di Clement Desalle in quarta posizione, dando inizio alla sua consueta rimonta. Dopo pochi giri,  il pilota di Patti, si è sbarazzato del belga della Kawasaki e si è lanciato all’inseguimento di Tim Gajser.  Il nove volte Campione del Mondo ha sfruttato il calo fisico di Gajser nella seconda parte di gara, riuscendo a sopravanzarlo con una bellissima manovra in uscita da una curva lenta.
Negli ultimi giri JH84 ha allungato il proprio vantaggio sugli inseguitori. Alle spalle dell’olandese si sono piazzati Cairoli (Ktm) e Gajser (Honda), nella top5 anche Clement Desalle (Kawasaki), Jeremy Van Horebeek (Yamaha).
I nostri portacolori: Alessandro Lupino 12° e Ivo Monticelli 14°

L'olandese Jeffrey Herlings

L’olandese Jeffrey Herlings leader della classifica mondiale motocross 

GARA2
Jeffrey Herlings (Ktm) si è aggiudicato la tredicesima vittoria di manche consecutiva, dopo aver avuto la meglio nel duello con Tim Gajser. L’orange ha portato il suo vantaggio in classifica iridata a +96 su un Cairoli che è incappato in una brutta manche chiusa in 15esima piazza.
Il belga Clement Desalle si è aggiudicato l’holeshot ma è stato subito passato da Herlings e da Gajser, mentre Cairoli commette un errore che lo costringe a fermarsi ed a ripartire dalla 21esima posizione. I due battistrada con un ritmo indiavolato hanno staccato tutti gli avversari e negli ultimi giri Tim Gajser con grande coraggio ha attaccato  Herlings, il quale ha prontamente reagito rendendo vano l’azione di forza dello sloveno. TC222 nel finale ha recuperato un paio di posizioni e ha chiuso la prova mestamente in 15esima posizione.
Alessandro Lupino e Ivo Monticelli protagonisti di una buona run, concludendo rispettivamente 10° e 11°.

CLASSIFICA MONDIALE 2018 MXGP
1° Herlings J. NED Ktm p.ti 833
2° Cairoli Antonio ITA Ktm p.ti 738
3° Desalle C. BEL Kawasaki p.ti 619
4° Gajser T. SLO Honda p.ti 591
5° Febvre R. FRA Yamaha p.ti 544
11° Lupino A. ITA Ktm p.ti 270


MX2

Lo statunitense Covington

Il vincitore del GP della Turchia, lo statunitense Thomas Covington del team Rockstar Husqvarna Factory Racing

Lo statunitense Thomas Covington (Husqvarna) si è aggiudicato il round turco di Afyonkarahisar, forte di un primo e terzo posto. Un weekend stellare quello del centauro degli States, positivo anche per il lettone Pauls Jonass, solamente sesto in gara1 e vincitore della seconda manche, ha recuperato nella generale 6 punti nei confronti dello spagnolo Jorge Prado (terzo e settimo), a due weekend dal termine sono separati solamente da 24 punti.
Nella run1 Jonass è uscito bene dal cancelletto, ma non ha fatto la differenza complice il medio-basso livello tecnico del tracciato. Tra i due alfieri della Ktm è nato così un duello senza esclusioni di colpi, che è costato la caduta al lettone e l’uscita di pista allo spagnolo. Al traguardo il giovane Prado è riuscito a conservare il terzo gradino del podio mentre Jonass ha concluso tristemente sesto. Nona e decima piazza per i nostri Michele Cervellin (Yamaha) e Simone Furlotti (Yamaha).
Nella run2 è arrivato il pronto riscatto di Jonass. Il lettone ha centrato il bersaglio grosso, approfittando di un errore di Covington al comando per buona parte della gara, una prestazione non brillante di Prado (settimo all’arrivo) hanno reso questo mondiale ancora più bello ed incerto. Sul podio nella seconda manche anche il danese Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) e lo stesso Convington. Migliore dei piloti italiani Michele Cervellin 10° sulla Yamaha.

CLASSIFICA MONDIALE 2018 MX2 
1° Prado J. ESP Ktm p.ti 773
2° Jonass P. LAT Ktm p.ti 749
3° Olsen T. DEN Husqvarna p.ti 593
4° Watson B. GBR Yamaha p.ti 551
5° Covington T. USA Husqvarna p.ti 525
8° Cervellin Michele ITA Yamaha p.ti 337
19° Bernardini Samuele ITA Yamaha p.ti 153
20° Furlotti Simone ITA Yamaha p.ti 131

Prossimo appuntamento il 16 settembre per il GP d’Olanda ad Assen 

About Author

Valerio Origo

Residente in provincia di Monza, Valerio si è diplomato all'Istituto Grafico Rizzoli. Hobbies: fotografia, moto, sport. Attualmente collabora con alcune redazioni sportive fotografando e scrivendo articoli.

Sorry no comment yet.

Leave a Comment