Ginevra 2016: il rilancio di Alfa Romeo

Ginevra 2016, è arrivato il momento più atteso dell’anno per Alfa Romeo: a partire dal 15 aprile sarà infatti ordinabile la nuova Giulia che verrà commercializzata progressivamente in tutti i mercati dell’area EMEA

In anteprima mondiale, i visitatori del Salone di Ginevra avranno la possibilità di ammirare quattro esemplari del nuovo modello, in rappresentanza dell’ampia gamma che, in Italia, si declina in cinque allestimenti (Giulia, Super, Quadrifoglio e e due allestimenti Business dedicati al mondo delle aziende) e sei nuove motorizzazioni: 2.2 Diesel da 150 CV e da 180 CV abbinati ad un cambio manuale a 6 marce oppure automatico a 8 marce, 2.0 benzina da 200 CV automatico a 8 marce e 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV abbinato al cambio manuale a 6 marce.

160301_Alfa-Romeo_Ginevra-2016_Eventi_01_01

160301_Alfa-Romeo_Ginevra-2016_Eventi_02_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-2016_Eventi_03_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-2016_Eventi_04_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Giulia_02_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Giulia_04_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Giulia_06_01

Alfa Romeo Giulia
La nuova Giulia è caratterizzata da un design distintamente italiano che si esprime attraverso il senso delle proporzioni, la semplicità e la qualità delle superfici, in grado di avvolgere il guidatore ponendolo al centro della scena.
La scelta della trazione posteriore non è solo un tributo alle radici più autentiche del mito Alfa Romeo, èanche una soluzione tecnica che assicura prestazioni elevate e grande divertimento ed emzioni di guida.
Al Salone di Ginevra sono esposte quattro versioni: tre Giulia Super con motorizzazione 2.2 Diesel da 180 CV o 2.0 benzina 200 CV e una Giulia Quadrifoglio con motore 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV. In particolare, le versioni Super presentano due ambientazioni interne caratterizzate da rivestimenti in pregiata pelle pieno fiore per sedili e plancia in abbinamento a finizioni interne in vero legno, oltre a cerchi da 18”, contenuti tecnologici quali il sistema di infotainment Connect 3D Nav da 8.8” e gli esclusivi comandi cambio in alluminio solidali al piantone dello sterzo.

 

160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Mito_01_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Mito_02_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Mito_03_01 160301_Alfa-Romeo_Ginevra-Mito_04_01160225_Alfa-Romeo_Nuova-Giulietta_04_01_01160225_Alfa-Romeo_Nuova-Giulietta_07_01_01160225_Alfa-Romeo_Nuova-Giulietta_08_01_01

Nuova Giulietta e Nuova Mito
Alfa Romeo non si ferma all’attesissima Giulia, ma si rinnova completamente. Sotto i riflettori anche la Nuova Giulietta e la Nuova Mito, i due modelli rinnovati che presentano uno spiccato familiy feeling con l’affascinante Giulia, come si evince dal nuovo frontale che propone un’inedita calandra e il leggendario trilobo, forse la firma più famosa e riconoscibile nel mondo dell’auto. Anche il lettering dei nomi “Giulietta” e “Mito” riprende quello utilizzato per “Giulia”, così come su entrambe le vetture debutta il rinnovato logo del marchio Alfa Romeo. Sullo stand, in anteprima mondiale, debutta la Nuova Mito che si rinnova in molti aspetti, mantenendo il suo posizionamento di compatta sportiva capace di conquistare clienti attenti allo stile italiano e all’eccellenza tecnica finalizzata al piacere di guida. A Ginevra è presente la versione più sportiva della gamma – la Veloce 1.4 MultiAir Turbo benzina 170 CV con cambio automatico TCT – dotata dei nuovi sedili sportivi Sabelt rivestiti in tessuto nero e Alcantara con cuciture rosse. La Nuova Mito sarà disponibile in Italia e Francia a partire da giugno e a seguire negli altri Paesi.

151215_Alfa_4C_Teatro_04_01 151215_Alfa_4C_Teatro_02_01 151215_Alfa_4C_Teatro_01_01 150518_Alfa_Romeo_4C_Spider_20_01

4C Coupé e 4C Spider
Spazio anche all’affascinante Alfa Romeo 4C, nelle versioni Coupé e Spider, l’icona moderna del marchio che rappresenta l’essenza sportiva insita nel “DNA Alfa Romeo”: ottime prestazioni ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo piacere di guida combinate con uno stile mozzafiato.
Entrambe le vetture sono equipaggiate con il potente motore turbocompresso completamente in alluminio da 1.750 cm3 a iniezione diretta con intercooler e doppio variatore di fase continuo che assicura prestazioni paragonabili a quelle di una supercar: 258 km/h di velocità massima, 4,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h, 1,1 g di accelerazione laterale e 1,25 g di decelerazione massima in frenata.
L’anima da supercar è resa evidente anche dai materiali ultraleggeri utilizzati: fibra di carbonio per la scocca, alluminio per i telaietti anteriori e posteriori ed SMC (composito a bassa densità) per la carozzeria.

 

 

About Gianluca Zanelotto 892 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*