MotoGP Sepang: Dominio Dovizioso sotto il diluvio di Sepang

A cura di Luca Golfrè Andreasi

In una mattinata italiana tormentata dai continui terremoti in centro-Italia ci pensa la MotoGP a rallegrarci, piazzando Andrea Dovizioso e Valentino Rossi sui primi due gradini del podio.

Dovizioso Sepang

Una condotta di gara superba che porta il forlivese sul gradino più alto del podio, risultato che gli mancava dal lontano Donington 2009, ma soprattutto è finalmente la prima vittoria in Ducati. “Dovi” milita a Borgo Panigale dal 2013 e questo risultato è la meritata ricompensa per numerosi anni di sviluppo e fatiche. Alla vittoria si aggiungono anche la pole position di sabato e il giro veloce in gara garantendo al forlivese l’onore dell’ “hat trick” , coronando un weekend veramente perfetto nonostante un meteo alquanto instabile e diventando il nono vincitore di questa stagione 2016

Non è stata una gara semplice, Dovi infatti ha dovuto battagliare con Rossi, Lorenzo (finalmente più combattivo e competitivo anche in condizioni di asfalto bagnato), Iannone, Marquez e Crutchlow.
Nella prima parte del GP Dovizioso ha fatto da spettatore al superbo duello tra Rossi e Iannone con l’ultimo ad avere la peggio scivolando nel corso del 13° giro.
Nel frattempo aveva le sue belle gatte da pelare cercando di gestire gli arrembanti alfieri della Honda, entrambi sfortunatamente scivolati nella fase centrale della gara. Marquez è riuscito a recuperare la moto e finire 11°. Il pilota di Cèrvera è chiamato al riscatto a Valencia per recuperare gli errori commessi in Australia e Malesia.

MotoGP sepang Rossi

Rossi è stato in testa per buona parte del GP, ma ha accusato un calo repentino degli pneumatici negli ultimi giri, costringendolo a rallentare il passo. Nonostante questo problema riesce ad arrivare secondo sotto la bandiera a scacchi e assicurandosi il secondo posto in campionato (per il terzo anno consecutivo)

Con un po’ di fortuna (come ammesso dal pilota stesso), Jorge Lorenzo giunge terzo al traguardo approfittando delle cadute davanti a sé e mettendo un’ipoteca per agguantare il terzo posto in campionato.

Prestazione maiuscola di Ducati Avintia che piazza i propri piloti in quarta e quinta posizione, con Barberà davanti al francese Baz. Sesto e un po’ in difficoltà è Maverick Vinales su Suzuki.
Acuto di Aprilia, settima al traguardo con Alvaro Bautista. Una seconda metà di stagione incoraggiante per la casa di Noale, ormai una costante in top10.
A chiudere la top10 ci sono nell’ordine Miller, Pol Espargarò e Danilo Petrucci.

Siamo ormai al termine di questo campionato 2016 e con i titoli delle tre categorie gia assegnati, torniamo in Europa verso Valencia per la grande festa finale al circuito Ricardo Tormo l’11-13 novembre, in concomitanza con EICMA.

About Gianluca Zanelotto 890 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*