Nilox DOC, due ruote “alternative”

Sono sempre due ruote a motore, non inquina e ha quell’aspetto futuristico che fa tanto cool: è arrivato in Italia DOC, il board elettrico di Nilox, una categoria di prodotto talmente nuova da non avere ancora un nome che la definisca (gli ‘early adopters’ la chiamano electric scooter o balance scooter o hoverboard)

Nilox DOC si differenzia per una guidabilità fuori dal comune e una batteria altamente performante. Basta salire sulle due ruote da 6 pollici e mezzo di DOC, e dopo pochi minuti, prendere dimestichezza e guidarlo bilanciando il proprio peso per andare avanti, indietro, a destra e sinistra. Sarà facile ‘volare’ su un motore che arriva a un massimo di 10 km/h e un design innovativo, capace di salire su leggere pendenze e muoversi anche su superfici non perfettamente lisce. Grazie al suo rilevatore di pressione del peso posizionato sui punti di appoggio dei piedi e collegato a due led di colore blu, vedrete il vostro DOC illuminarsi con un effetto-luce ancora più impressionante al calare del sole.

DOC è destinato a rivoluzionare la mobilità e la vita outdoor, un vero e proprio must-have per la prossima stagione, uno dei regali più ambiti a livello mondiale già quest’anno. E’ un prodotto che ha un pubblico non solo maschile ma anche femminile, dato che non è richiesta una forza particolare per guidarlo quanto piuttosto la forza del pensiero: è più facile salire su DOC e ‘pensare’ il movimento perché DOC vi segua, anziché cercare di cavalcarlo! In più l’esperienza di guida, grazie al motore e alla PCB (il computer di bordo) montati da Nilox, è davvero unica: le doppie batterie garantiscono una capacità di utilizzo fino a 2 ore o 15-20 km, a seconda di variabili come peso e condizioni meteo, e un tempo di caricamento di circa 2 ore.

Con DOC, Nilox replica il successo ottenuto nel segmento action cam dove risulta essere il brand italiano più venduto al mondo, utilizzando le stesse carte vincenti: attenzione e controllo di tutti i componenti per garantire un prodotto sicuro e di qualità, un servizio di assistenza serio ed affidabile e una campagna di comunicazione dedicata che vedrà il suo culmine in occasione della gara di Superbike all’autodromo di Monza. In questi giorni, i primi DOC esclusivi saranno provati da celebrities del mondo della musica e dello spettacolo e mostrati con post e video dedicati su Facebook, Instagram e Youtube.

“DOC è semplicemente super divertente – dice Michele Bertacco, Brand Director di Nilox – è facile da guidare e dà una sensazione unica e nello stesso tempo strana, quella sensazione che solo le cose più belle dell’high tech sanno dare. Abbiamo lavorato duramente per scegliere le componenti migliori e portare in Italia e in Europa il top, in una categoria, quella del movimento ‘green’, dove siamo e saremo sempre più i protagonisti”.

DOC 6.5 si presenta in tre colorazioni (bianco, nero e giallo) con borsa già inclusa nel pack, con un prezzo consigliato al pubblico compreso tra 449-549 euro.

About Gianluca Zanelotto 892 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*