PMJ Jeans: al top del made in Italy

E’ presente da oltre 30 anni sul mercato dell’abbigliamento, PMJ produce interamente in Italia Jeans per motociclisti al top della sicurezza, per tipologia di filato e di protezioni adottate.

Realizzare un jeans sorprendente con il quale godersi un giro in sella alla moto, un capo bello da indossare che però riuscisse anche a evitare o quantomeno contenere i danni causati da una caduta, qualcosa che avrebbe potuto proteggere il corpo e la pelle dal lacerarsi: tutto nasce nel 2009 frutto della passione di un motociclista e delle capacità di una azienda che opera da trenta anni nel settore dell’abbigliamento moda. Dopo un anno di studio e progettazione, PMJ è riuscita a creare un “bel prodotto alla moda” e al tempo stesso un capo tecnico per andare in moto.

L’abbigliamento moto PMJ jeans è studiato per garantire ai motociclisti un livello di sicurezza maggiore rispetto qualsiasi altro capo alla moda. Lo scopo è quello di realizzare un pantalone dotato di materiali ed accorgimenti tecnici molto elevati, che può garantire un buon livello di protezione senza necessariamente dover rinunciare all’aspetto estetico. PMJ è un abbigliamento tecnico che fa tendenza, un jeans alla moda che non passa inosservato, un prodotto adatto a chi utilizza la moto quotidianamente, nel tempo libero o per lavoro.

cucire2

Protettivo
Alla base di tutto un tessuto innovativo chiamato TWARON, Il TWARON è una fibra sintetica polimerica dotata di una incredibile resistenza meccanica, tanto che a parità di peso è 5 volte più resistente dell’acciaio.

PMJ impiega nei suoi prodotti TWARON di tipo balistico, utilizzato anche nella produzione di giubbotti anti-proiettile, diverso da tutti gli altri tessuti aramidici a maglia, grazie alla costruzione a navetta con intreccio trama/ordito.Il filato di TWARON utilizzato nei capi PMJ viene tessuto in rotolo da una azienda Italiana, utilizzando le fibre migliori al mondo, prodotte dalla Tejin Aramid in Giappone.
Il materiale ottenuto da questi filati innovativi è molto più spesso e compatto di molti altri, ma ovviamente anche molto più resistente. La resistenza è molto più elevata rispetto tessuti misto Kelvar/Cotone, tessuti a maglina, tessuti in fodere e feltro.

I jeans PMJ vengono forniti con protezioni Omologate CE 1621-1. Queste protezioni sono realizzate in materiale termoplastico ad alta densità, prodotte in Italia e testate a diverse temperature (+/-20°). Questo tipo di protezioni ha ottenuto un valore di forza residua molto basso, pari a 16.2Kn.

Omologato
PMJ ha scelto di sottoporre ai test di laboratorio i materiali utilizzati. In questo modo è in grado di fornire valori e indicatori certi di quella che è la vera potenzialità dei prodotti. Un laboratorio certificato esterno all’azienda, ha effettuato i test, secondo i metodi e i requisiti di normative Europee relative ai dispositivi tecnici di protezione individuale per motociclisti (DPI).
Il TWARON® impiegato nei nostri prodotti è stato sottoposto al test per la determinazione all’abrasione da impatto, secondo la normativa europea EN13595-2, ottenendo un valore pari a 7,90 secondi di resistenza raggiungendo così il massimo livello di sicurezza previsto: il livello 2. Anche nei test per la determinazione della resistenza al taglio da impatto (EN13595-4)
e alla resistenza scoppio cuciture (EN13595-3), il risultato è in linea con il livello 2. Per essere definito come protettivo secondo la legge (ovvero un D.P.I.) l’abbigliamento da moto deve essere certificato secondo questa norma. Senza questa certificazione la sicurezza del capo non è garantita.

confronto

About Gianluca Zanelotto 891 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*