Triumph Motorcycles alla ricerca del record

Triumph Motorcycles, celebre e iconico brand inglese produttore di motociclette, ha confermato di voler tornare sulla celebre piana salata di Bonneville (USA) per abbattere l’attuale record di velocità su terra. L’obiettivo di Triumph è superare la soglia dei 376,363 mph (circa 605 Km/h) utilizzando il Triumph Rocket Streamliner, un mezzo capace di erogare ben 1’000 bhp di potenza e realizzato appositamente per questo progetto

A pilotare il Triumph Infor Rocket Streamliner lungo il tracciato sarà Guy Martin, pilota del Tourist Trophy sull’Isola di Man e detentore di molti record di velocità. Triumph potrà contare sul supporto di Infor – partner ufficiale del progetto ‘Land Speed Record 2016’ e multinazionale specializzata nella fornitura di soluzioni Cloud- e di Belstaff, l’iconico brand inglese di abbigliamento.

Guy Martin B&W

Il Triumph Infor Rocket Streamliner è caratterizzato da una resistente monoscocca in carbon kevlar, progettata per proteggere il pilota e i due motori Rocket III turbocompressi di cui è dotato lo streamliner. I propulsori sono alimentati a metanolo e producono una potenza complessiva di ben 1.000 bhp a 9’000 giri/minuto. La motocicletta è lunga 7,77 metri, larga appena 0,6 metri e alta 0,91 e concorrerà nella categoria della divisione C (motociclette streamliner).

Il nuovo tentativo vuole riportare a Hinckley un titolo caro a Triumph, già detentrice del record tra il 1955 e il 1970 (*) e del conseguente titolo di ‘World Fastest Motorcycle’. I Triumph streamliner che hanno contribuito ad ottenere questo titolo sono: il Devil’s Arrow, il Texas Cee-gar, il Dudek Streamliner e il Gyronaut X1, il primo streamliner a raggiungere la velocità di 245,667 mah (equivalenti a 395,28 km/h). Il record attuale è detenuto da Rocky Robinson che nel 2010 ha raggiunto le 376,363 mph (605,697 km/h) a bordo dello streamliner Top Oil-Ack Attack.

 

Guy Martin ha commentato “Non vedo l’ora di portare per la prima volta questa estate il Triumph Infor Rocket Streamliner sulla piana salata di Bonneville! Gli ingegneri di Triumph hanno fatto un lavoro incredibile, dandoci un’ottima possibilità di battere il record di velocità su terra per le motociclette.”
Proprio da un record di velocità nasce la prima Bonneville, modello che ha fatto la storia di Triumph: nel Settembre 1956, sulla piana salata di Bonneville, Johnny Allen ottenne il primo record con una velocità massima di 193,72 mph e in suo onore, all’Earls Court Bike Show del 1959 fu presentata la T120 Bonneville.

IMG_0547

About Gianluca Zanelotto 890 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*