WorldSBK Misano: IL REa DI MISANO

Il commento di Luca Golfrè Andreasi

Dominio Kawasaki e dominio di Johnatan Rea. Il nordirlandese completa un weekend esemplare con una doppietta, allungando sui suoi diretti rivali per il campionato. Ad accompagnare Rea sul podio ci sono il compagno di squadra Tom Sykes e Davide Giugliano su Ducati

Sykes sembrava finalmente in grado di poter arginare il dominio del suo ingombrante compagno di squadra, ma ancora una volta è stato battuto. Questa doppia sconfitta dell’inglese sembra avere molto più valore dei soli 10 punti persi rispetto a Rea.

Weekend abbastanza amaro per la Ducati, che voleva dimostrare molto davanti al pubblico di casa, ma ha portato a casa solo un 4° posto con Chaz Davies in gara1 e, come detto prima, il podio di Giugliano in gara2. Giugliano è rimasto ad una distanza di circa 1.5s dal duo Kawasaki per la maggior parte della gara e ieri in gara1 Davies è riuscito a girare come gli alfieri Kawasaki se non addirittura più forte in alcuni passaggi. Questo non fa che aumentare il rammarico per un weekend ampiamente al di sotto delle aspettative. In gara2 Davies è caduto nel corso del 2° giro per una perdita dell’anteriore. Forse troppa foga, ma questo 0 in campionato pesa veramente tanto.

Giunge quarto al traguardo Xavi Forès con la Ducati privata del team Barni Racing, autore di una gara molto solida, seppur mai in grado di avvicinarsi alla zona podio.

Alle spalle del pilota spagnolo c’è stata una gran bella battaglia tra quattro piloti a cavallo di quattro moto completamente diverse. Se in SBK si cercava l’equilibrio tra le case costruttrici sulle prestazioni, questa battaglia tra il 5° e l’8° posto è un buon punto di partenza.
Quinto al traguardo è Lorenzo Savadori su Aprilia, seguito da Nicky Hayden su Honda, poi Jordi Torres sulla BMW e infine ottavo Alex Lowes su Yamaha.
A tutte queste quattro moto manca lo sviluppo. Per le prime 3 nominate lo sviluppo è interrotto (o semi-interrotto), mentre la Yamaha ha molto margine di crescita, seppure in questa stagione forse ci si aspettava qualcosa di più.

Chiudono la top10 Niccolò Canepa (sostituto di Sylvain Guintoli su Yamaha) e Michael VdMark su Honda, caduto insieme a Davies nelle prime battute della gara e autore di una bella rimonta.
Tredicesimo il pilota di casa Alex de Angelis su Aprilia e ritirato per problemi tecnici Leon Camier su MV Agusta.

5 round al termine di un campionato che vede sempre più in Johnatan Rea il dominatore incontrastato con 66 punti di vantaggio su Sykes e 99 su Davies.

Il prossimo appuntamento sarà tra due settimane il 9 luglio in USA, a Laguna Seca.

 

About Gianluca Zanelotto 891 Articles
Da sempre nel mondo informatico, prima tecnico e poi marketing e infine commerciale. Ora lavoro come libero professionista e giornalista. Quest'ultima professione è partita quasi per gioco nel 2007, collaborando con Motocorse.com, poi, in seguito, anche con il canale Motori di Tiscali. Nel 2014, con Giorgio Papetti, fondiamo il nuovo Wheelsmag Italia. Passati ormai i 50 anni, sono motociclista, con alterne vicende, da più di 30. Da sempre dedito al turismo veloce, prima su Ducati Paso 750 e Ducati ST2, ho avuto un intermezzo “cattivo” su Cagiva Xtra Raptor per poi approdare di nuovo al turismo a lungo raggio ma con un occhio di riguardo anche alle piste polverose. Proprio in quest’ottica sono passato da una polivalente Aprilia Caponord Rally Raid, serie speciale della Caponord dedicata maggiormente all’Off per approdare al lato arancione della Forza con una KTM 990 Adventure prima e alla 1290 SuperAdventure S poi. Con i miei viaggi ho coperto gran parte dell'Europa e praticamente tutta l’Italia. Attualmente risiedo in Brianza da cui mi muovo spesso verso i laghi Lombardi e le Orobie per divertimento e prove.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*